“Borse Rosa” per mandare le ragazze a scuola

“Borse Rosa” per mandare le ragazze a scuola è il nuovo programma di Mission Bambini per sostenere l’istruzione secondaria femminile nei Paesi più poveri.

Nel mondo sono 260 milioni i bambini e i ragazzi che non frequentano la scuola, né primaria né secondaria. Il 70% di loro vive nei Paesi dell’Africa subsahariana e dell’Asia meridionale, dove povertà endemica, lavoro minorile ed emergenze umanitarie rendono complicato, se non impossibile, l’accesso all’istruzione. Anche dove l’educazione è pubblica e gratuita, spesso la qualità è molto carente, le aule sono poche e sovraffollate, le scuole difficili da raggiungere.

La situazione è particolarmente drammatica per le bambine e le ragazze, vittime di matrimoni forzati, gravidanze precoci e altre scelte non proprie, o non del tutto consapevoli, che impediscono loro di continuare a studiare. Si stima in particolare che siano più di 30 milioni le giovani di 13 e 14 anni che non vanno a scuola.

Per aiutarle, Fondazione Mission Bambini promuove, in collaborazione con Organizzazioni non governative locali, le “Borse Rosa”, borse di studio a sostegno delle studentesse meritevoli in condizioni di povertà.

Facendosi carico delle spese per l’iscrizione a scuola, le tasse, i materiali didattici, il vitto e l’alloggio quando necessario, la Fondazione le aiuta a completare il percorso d’istruzione e a raggiungere il diploma, la qualifica professionale o la laurea.

Con poco più di 1 € al giorno è possibile sostenere un anno di studi secondari femminili: per tutte le informazioni missionbambini.org/donale-una-scelta o 02 2100241.

Foto di bambine che vanno a scuola

Testimonial dell’iniziativa è Anna Valle.

"Avere un’istruzione ci rende persone libere di fare scelte più consapevoli e giuste per noi. E’ questo che vorrei, che le giovani avessero a loro disposizione un’istruzione che le renda libere di scegliere la loro strada."

Le ragazze con un’istruzione superiore possono diventare non solo donne più libere e consapevoli nelle loro scelte, ma anche madri più informate, con figli più sani e più istruiti. Ogni anno di scuola in più della mamma può ridurre fino al 10% la probabilità di mortalità neonatale del figlio.

La donna istruita, in particolare se laureata, può incidere in maniera significativa per cambiare il ruolo femminile nella società e contribuire al suo miglioramento.

Il Programma “Borse Rosa” è attivo attualmente in Bangladesh ed India e lo sarà presto anche in Brasile ed Uganda. L’iniziativa nasce per dare continuità ai progetti in ambito Educazione sostenuti da Mission Bambini in Africa, Asia e America Latina. Dal 2001 la Fondazione ha garantito l’accesso ad un’istruzione primaria o secondaria di qualità ad oltre 15.000 bambini e ragazzi.

 

Ritratto di Redazione

Posted by Redazione

La Newsletter di Mammeonline
mammeonlineLa community di Mammeonline

Cuciniamo: blog di ricette e racconti in cucina