Piadina, foto e ricetta

Moderatore: Madamadorè

Rispondi
Avatar utente
Adri
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 13945
Iscritto il: 27 maggio 2002, 19:53

Piadina, foto e ricetta

Messaggio da Adri » 25 aprile 2009, 20:49

La ricetta:

per 9 piadine della dimensione di un piatto piano:

750 gr di farina 00
150 gr di strutto
15 gr di sale
25 gr lievito un polvere per pizza
1 cucchiano di bicarbonato
375 gr di latte

un cucchiano di miele facoltativo per dare colore.

Impastare il tutto e ricavarne poi delle palline grandi come un pugno.
Stenderle in dischi di circa 2 mm di spessore.

Immagine

Scaldare nel frattempo una padella antiaderente e cuocerle ad una ad una avendo cura appena stese di bucherellare con una forchetta.

Immagine

Rivoltare una volta.


Immagine

Una volta cotte devono essere semirigide e devono essere appoggiate in verticale o cmq su una griglia fino a che sono un poco raffreddate.

Immagine
Immagine
Immagine

Queste sono le piadine tradizionali, non le sfogliate sottili riminesi. Non si usano arrotolate ovviamente ma si farciscono tagliate in due in genere con affettati e formaggi.

Se si vogliono farcire diversamente si stendono più sottili e si riempiono prima della cottura per poi chiuderle a mò di calzone e cuocerle.

In questo caso si chiamano cassoni o crescioni. I ripieni più comuni per questi ultimi sono mozzarella e pomodoro, oppure erbette saltate in padella e aromatizzate con parmigiano, oppure zucca e patate, o qualunque cosa la vs fantasia vi suggerisca.

La piadina appena fatta è una prelibatezza, ha una preparazione velocissima, non necessita di forno per la cottura, può essere surgelata appena raffreddata e scongelata in un attimo su padella calda.

Non consiglio invece la conservazione in frigo o in sacchetti, il giorno dopo è gommosa e non più fragrante.

L'impasto se fatto in abbondanza può essere conservato in frigorifero in sacchetto di plastica per diversi giorni e la piadina stesa cotta di volta in volta.



Rispondi

Torna a “Le panettieredi MoL: pasta madre, pane, pizza, focacce, etc.”