pane di Sicilia: la mafaldina

Moderatore: Madamadorè

Rispondi
Avatar utente
khurabia
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 1870
Iscritto il: 22 maggio 2012, 8:23
Località: A casa di nika ;)

pane di Sicilia: la mafaldina

Messaggio da khurabia » 7 ottobre 2012, 15:09

In Sicilia il pane non è solo un "accompagnamento", è molto di più.
E' un piatto unico, è saporito, è "pesante", ha il colore caldo della farina di semola ;)

Questa è la classica "mafalda". Considerate che devono avere un peso di circa 300gr e cmq MAI meno di 250 :lol:

Ci vuole più a dirlo che a farlo, quindi all'opera.
Questa è la ricetta di Sara Papa. Io l'ho copiata dalla tv perché su internet per ora le sue ricette non si trovano (forse perché ci sono le dispense in libreria??? 8)).

Ingredienti:
1kg di semola rimacinata di grano duro
650ml di acqua
25gr di lievito di birra o 200gr di pasta madre
20gr di sale
(io ho aggiunto un cucchiaino di miele)

per la copertura:
tuorlo d'uovo
acqua
sale
semi di sesamo tostati

Nella planetaria mettere l'acqua, il lievito (e il miele se volete o il malto).
Fare andare e aggiungere la farina 200gr alla volta. A metà della farina aggiungere anche il sale.
Mischiare bene finché avrete un impasto morbido, liscio e ben incordato (non deve fare i bozzettini, deve avere una superficie bella liscia).
Mettere a lievitare al raddoppio (io ho acceso il forno a 50°, spento e poi lasciata la lucina accesa).

Riprendiamo l'impasto e lo dividiamo in pezzature da 300 gr circa e lo lavoriamo sino ad ottenere un rotolo di 1 metro circa e una larghezza di 5 cm.
Questo lungo rotolo va ripiegato sino a formare una serpentina o una spirale a piacere, la parte che avanza va posata sulla parte superiore del pane e un pezzettino va messo sotto come se gli stessimo rimboccando la coperta in modo che quando lievita e cuoce non si stacca e rimane ben fissata al paneFormare le mafaldine e metterle su una teglia con carta forno. Lasciare rilievitare una mezz'oretta. Nel frattempo accendete il forno e portatelo a 200°.

Qua vedete come fare le forme:
http://www.cookaround.com/yabbse1/showt ... p?t=130385

Sara Papa le ha spennellate con tuorlo d'uovo (sbattuto con l'acqua e un pelino di sale), voi potete anche solo usare l'acqua. L'uovo ha il vantaggio che le "colora" un pochino in cottura (specie noi "umani" sprovvisti di forno a pietra :lol:) ma si può omettere. E cospargete di semi di sesami che avrete fatto tostare in un padellino.

Cuocere a 200° per 10 minuti.
Abbassare a 160° e continuare la cottura per 15/20 minuti.
Trasferirle sulla griglia del forno e lasciarli cuocere finché saranno belle dorate in superficie.
Conservare in una busta di carta (o congelare tiepide).

La "morte" loro è con la mortadella tagliata sottile :lol:

Buon appetito :love
Allegati
P1010398.JPG
P1010398.JPG (70.75 KiB) Visto 2789 volte
P1010400.JPG
P1010400.JPG (65.75 KiB) Visto 2789 volte


Fai come quando non si ha il coraggio di tuffarsi perché l'acqua è fredda: prendi la rincorsa e vai. È solo un attimo e poi si sta da Dio!!! (greenisland)

Rispondi

Torna a “Le panettieredi MoL: pasta madre, pane, pizza, focacce, etc.”