Alimentazione a casa

Raccolta dei topic per la sopravvivenza delle mamme: spannolinamento, terrible two, etc etc.
Ma anche tanti giochi con carte e matite o al computer, suggerimenti per le feste di compleanno, per i libri/dvd, canzoni...

Moderatore: Lillafiore

Avatar utente
Dony8868
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 6277
Iscritto il: 9 maggio 2010, 10:16
Località: Mamma di Leonardo ('98), Ludovico ('01), Sebastiano ('04), Matilde ('07)

Re: Alimentazione a casa

Messaggio da Dony8868 » 10 agosto 2011, 0:10

brusytoby ha scritto:io non posso impedirgli di stuzzicare anche perche' sono la prima a farlo e mi sembrerebbe scorretto stuzzicare io e non lui....


Io invece sono perfida ... se riesco a sgranocchiare le patatine, mentre cucino, senza farmi beccare da loro ... sono tutta felice :uaz:

Dony


Immagine

Avatar utente
silviaper
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 6212
Iscritto il: 22 marzo 2007, 18:55

Re: Alimentazione a casa

Messaggio da silviaper » 10 agosto 2011, 0:31

I miei sono troppo piccoli per prendersi le cose da soli. Tommaso si contiene abbastanza, la piccolina mangerebbe tutto a tutte le ore. Siccome l' unica che dice no è la sottoscritta, ma spesso sono con le nonne o col papà, sgranocchiano grissini o pizzette in continuazione. E se non chiedono loro c' è sempre un papà o una nonna che propone. Daniele e sua madre devono avere il terrore che lo stomaco se sta vuoto 10 minuti possa causare danni irreparabili. Mio padre li ingolosisce con le peggio cose (il nonno mangia le patatine... ). Mia madre è quella meno temibile, almeno non propone mai, però difficile che dica no, a meno che sia un minuto prima di scolare la pasta.
"Il problema dell'umanità è che gli stupidi sono strasicuri mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi" (B. Russel).

Avatar utente
silviaper
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 6212
Iscritto il: 22 marzo 2007, 18:55

Re: Alimentazione a casa

Messaggio da silviaper » 10 agosto 2011, 0:35

Dony8868 ha scritto:
brusytoby ha scritto:io non posso impedirgli di stuzzicare anche perche' sono la prima a farlo e mi sembrerebbe scorretto stuzzicare io e non lui....


Io invece sono perfida ... se riesco a sgranocchiare le patatine, mentre cucino, senza farmi beccare da loro ... sono tutta felice :uaz:

Dony
pure io... L'altro giorno in Liguria c'erano anche i miei e come ogni giorno
non ho resistito a un pezzo di focaccia prima di pranzo, mentre Tommaso non poteva mangiarla. Però mi scopre e dice: "ecco non è giusto però tua mamma a te l'ha fatta mangiare eh!" :lol: E mia madre " sì però io l'ho sgridata la tua mamma non le avevo dato il permesso" 8O
"Il problema dell'umanità è che gli stupidi sono strasicuri mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi" (B. Russel).

Avatar utente
xtina
Mollista Espertissima
Mollista Espertissima
Messaggi: 10055
Iscritto il: 3 dicembre 2002, 13:54

Re: Alimentazione a casa

Messaggio da xtina » 10 agosto 2011, 10:57

brusytoby ha scritto:succhi frutta (spesso di mela che e' il meno calorico), latte con cereali, verdure (es carote), formaggi, prosciutto cotto, bresaola, culatello....
io i salumi non li annovero tra i cibi "sani" :oops:
non vengono certo negati, stanno benissino nell'elenco dei cibi che a rotazione si mangiano a casa mia, son felice che ogni tanto facciano una merenda salata di questo tipo :oops:

il tuo bimbo poi e' uno che fa tanto, tantissimo sport ed e' un po' piu' grandino, anche io ora mi trovo ad ascoltare un po' di piu' le loro richieste cedendo sulla rigidita' iniziale.

a 4 anni pero', secondo me e' un po' presto per servirsi da soli soprattutto se poi finiscono per saltare il pranzo o la cena (come diceva Kia). ;)

Avatar utente
padme
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 7571
Iscritto il: 25 febbraio 2006, 11:10

Re: Alimentazione a casa

Messaggio da padme » 10 agosto 2011, 11:06

io i salumi non li annovero tra i cibi "sani"
ecco stavo per scriverlo io ma non volevo passare per la solita bacchettona salutista :mrgreen:

e sono d'accordo con chi dice che se di carattere i bambini non stanno granchè alle regole, non mi pare opportuno incoraggiarli ad accedere da soli alla dispensa, neppure col permesso.
La dispensa a casa la dispenso io ;)

Per la domanda cruciale "ma come fate", credo che parte stia nel carattere del bambino, parte nelle regole impartite e fatte rispettare.

A mio figlio devo ammettere che abbiamo dato tanti "no", molti prima e molti meno adesso perchè non ce ne è più molto bisogno.

Ma vedo altri bimbi che non accettano i "no". I bimbi di mia sorella, ad esempio, sono un po' così. Mia sorella un pmeriggio si è allontanata una mezzora, io sono rimasta coi bimbi e con la sua borsa. Nella sua borsa c'era un pacchetto di mandorle, sia il piccolo (2) che la grande (3,5) si sono fiondati sulla borsa tirando fuori tutto, hanno preso il sacchettino, aperto e mangiato tutte le mandorle.
Io ho detto che non si prendono le cose dalla borsa della mamma senza permesso e non si mangia senza permesso della mamma, ma loro sono andati avanti come niente fosse.
L'unica sarebbe stata strappargli le mandorle di mano, ma non mi pareva il caso, per fortuna erano mandorle e non caramelle.
Mio figlio assisteva a questa scena abbastanza esterrefatto 8O
La vita è come andare in bicicletta, se vuoi stare in equilibrio devi muoverti

A.Einstein

Avatar utente
xtina
Mollista Espertissima
Mollista Espertissima
Messaggi: 10055
Iscritto il: 3 dicembre 2002, 13:54

Re: Alimentazione a casa

Messaggio da xtina » 10 agosto 2011, 11:36

padme ha scritto: ecco stavo per scriverlo io ma non volevo passare per la solita bacchettona salutista :mrgreen:
ghe pensi mi!
che son una "pasticciona consapevole" :mrgreen:
nel senso che ai miei pargoli gradualmente ho finito per concedere molti piu' cibi di quelli che avrei pensato, cedendo su tutti i fronti dalla patatina alla merendina, alla caramella e alla mortadella (che fan pure rima)!

pero' cerco di moderarli, indirizzarli...

anche a me e' capitato di aver una bimba a casa che si divorava caramelle gommose a manciate senza riuscire a fermarsi e i miei la osservavano stupiti perche' se e' l'occasione per una caramella sanno che al massimo possono "strappare" fino ad arrivare a 3, 4... ma mai si farebbero una manciata di gommose (o simili)!

poi non so nemmeno io cosa avrei fatto, troppo facile mettersi nei panni degli altri e dire "io al posto suo..."! So che e' comunque sbagliato non controllarsi per nulla e parlo di una bimba di 9 / 10 anni magra come un fuscello e grossi problemi alimentari ... e quindi il "divieto" per sua madre e' stata l'unica soluzione e, non trovando freni a casa mia si e' invece sfogata.

brusytoby
Mollista Espertissima
Mollista Espertissima
Messaggi: 30067
Iscritto il: 21 marzo 2003, 12:59

Re: Alimentazione a casa

Messaggio da brusytoby » 10 agosto 2011, 14:24

scusate ma bresaola, prosciutto cotto e crudo e culatello sono cibi sani ossia se mio figlio (e lo faceva anche a 4 anni) alle 18 si mangia 4 fette di bresaola poi non gliele do alla sera quindi non cambia nulla, l'unico salume non sano e' il salame che xo tengo poco in frigo. le cose non sane sono patatine, caramelle e merendine che infatti a casa mia non ci sono.
poi per carita' ognuno vede le cose a modo suo.

Avatar utente
xtina
Mollista Espertissima
Mollista Espertissima
Messaggi: 10055
Iscritto il: 3 dicembre 2002, 13:54

Re: Alimentazione a casa

Messaggio da xtina » 10 agosto 2011, 20:23

brusytoby ha scritto:scusate ma bresaola, prosciutto cotto e crudo e culatello sono cibi sani
in parte lo penso anche io... il punto e' che i salumi andrebbero dosati e dati saltuariamente, gia' una volta a settimana mi dicono sia "discutibile", per quanto io spesso li dia con questa frequenza se non di piu' ... ;)

brusytoby
Mollista Espertissima
Mollista Espertissima
Messaggi: 30067
Iscritto il: 21 marzo 2003, 12:59

Re: Alimentazione a casa

Messaggio da brusytoby » 10 agosto 2011, 21:02

non sapevo che i salumi andassero dati max una volta alla settimana? forse e' riferito a quelli grassi come salame, coppa, mortadella..., ma per prosciutto cotto e bresaola penso possano essere dati molto piu' spesso.... per noi la bresaola spesso e' il secondo dopo la zuppa soprattutto nei due giorni in cui fa calcio e torniamo a casa alle 20.30 e non puo' certo mangiare cose pesanti o elaborate....

Avatar utente
xtina
Mollista Espertissima
Mollista Espertissima
Messaggi: 10055
Iscritto il: 3 dicembre 2002, 13:54

Re: Alimentazione a casa

Messaggio da xtina » 10 agosto 2011, 22:16

brusytoby ha scritto:non sapevo che i salumi andassero dati max una volta alla settimana? forse e' riferito a quelli grassi come salame, coppa, mortadella..., ma per prosciutto cotto e bresaola penso possano essere dati molto piu' spesso.... per noi la bresaola spesso e' il secondo dopo la zuppa soprattutto nei due giorni in cui fa calcio e torniamo a casa alle 20.30 e non puo' certo mangiare cose pesanti o elaborate....
a me l'han spiegata cosi', e pure quando son finita dalla dietologa mi ribadi' il concetto che il "salume e' meglio evitarlo" ma se proprio piace una volta a settimana scegliendo quelli che elenchi anche tu non e' la fine del mondo.
i difetti dei salumi son tanti, dal contenuto di sali, al facile "esubero" di proteine, alla conservazione (il cotto poi andrebbe veramente scelto molto bene!)... la bresaola per contenuti di grassi e' l'unico che si salva un po', ma il grasso alla fin fine e' quasi il minore dei mali.
Non son certa che sia piu' "digeribile" di qualcosa di elaborato... per i reni, il fegato... il salume e' comunque tosto, anche il piu' leggero.

resta il fatto che una merenda a meta' pomeriggio con pane e salame o pane e prosciutto la offro anche io ai bimbi perche' per variare per me va benissimo!
:)

Avatar utente
spadarottina
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 2223
Iscritto il: 3 aprile 2007, 17:39

Re: Alimentazione a casa

Messaggio da spadarottina » 11 agosto 2011, 13:25

eli.barb ha scritto:Noi riusciamo a mantenere i soliti ritmi. Qui non si aprono dispense e frigo senza chiedere
Idem! A Giacomo non è mai venuto in mente di assaggiare nulla, nemmeno una caramella, senza chiedere il permesso. Anzi, se gliela offrono prima di cena sa già che è meglio tenerla per dopo.
A me pare assurdo che dei bimbi piccoli possano "servirsi" da soli!

brusytoby
Mollista Espertissima
Mollista Espertissima
Messaggi: 30067
Iscritto il: 21 marzo 2003, 12:59

Re: Alimentazione a casa

Messaggio da brusytoby » 11 agosto 2011, 14:54

io pero' sono piu' per l'idea che imparino a regolarsi e quindi che capisca che se mangia delle cose alle 18 poi la cena sara' piu' leggera, con troppi divieti ho visto mie amiche bravissime da piccole perche' i genitori vietavano questo e quello e poi dai 12 anni a mangiare tutte le schifezze possibili perche' le erano sempre state vietate. quindi io cerco di farlo ragionare ed essendo lui uno sportivo gli spiego che , a maggior ragione per chi ha ambizioni sportive, e' importante l'alimentazione sana, pero' visto che io sono una che ha sempre fame, non mi piace l'idea che si mangia solo ai pasti, io spesso alle 18.30 ho una fame da paura e quindi non ci vedo nulla di male nell'aprire il frigo e farsi un spuntino con un pezzo di formaggio e un grissino per esempio. insomma a me l'idea di tenersi la fame fino alle 20 per l'ora di cena non piace, ovvio che come ho gia' detto se si fa lo spuntino/aperitivo alle 18.30, la cena sara' piu' leggera in modo che le calorie siano sempre quelle....

Avatar utente
xtina
Mollista Espertissima
Mollista Espertissima
Messaggi: 10055
Iscritto il: 3 dicembre 2002, 13:54

Re: Alimentazione a casa

Messaggio da xtina » 11 agosto 2011, 17:10

brusytoby ha scritto:con troppi divieti ho visto mie amiche bravissime da piccole perche' i genitori vietavano questo e quello e poi dai 12 anni a mangiare tutte le schifezze possibili perche' le erano sempre state vietate.
sono d'accordissimo con te, infatti nella mia famiglia non si tratta di divieti ma di regolare orari/richieste.
sono concesse anche le schifezze, senza problemi, purche' alternate a pasti/merende sane e consapevoli che alcune merende son "golose" ma spesso non saziano...
brusytoby ha scritto: insomma a me l'idea di tenersi la fame fino alle 20 per l'ora di cena non piace,
altrettanto d'accordo con te, se la fame e' fame io sono per dare una merenda soprattutto se l'ora del pasto e' lontana.
pero' ci mettiam anche a "discutere" del perche' si sta schiattando di fame alle 18.
saltato la merenda o il pranzo a scuola? perche' faceva veramente schifo o per capriccio?
perche' si e' fatto sport?
o perche' si e' in casa "annoiati" e scappa il capriccetto dell'aprir il frigo?

Avatar utente
_Kya_
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 4394
Iscritto il: 10 ottobre 2010, 15:29
Contatta:

Re: Alimentazione a casa

Messaggio da _Kya_ » 11 agosto 2011, 18:09

Esempio: oggi a casa con le nonne. A Manuel è venuta fame alle 11. La nonna gli ha concesso di mangiare qualche biscotto, d'altra parte non può essere pronto il pranzo all'orario in cui gli viene fame. Uno spuntino a metà mattina è cosa buona e giusta, alle 11 è un po' troppo tardi. Considerato che pranzano alle 12.30, è chiaro che con questi orari si rischia che non abbia fame, come poi è successo.
Ha saltato il pranzo, ma poi gli è venuta fame alle 14.30. Si è infilato nel frigo e ha preso del formaggio con cui si è fatto un panino (con il pane appena sfornato, fatto in casa). Adesso mi aspetto che abbia fame fra mezz'ora e cercherà il pane o i biscotti. Normalmente la frutta non la vuole, al massimo posso dargli una carota, questo se lo intercetto. Se io sono in un'altra stanza lui si serve da solo e non conta spiegargli che me lo deve dire.

brusytoby
Mollista Espertissima
Mollista Espertissima
Messaggi: 30067
Iscritto il: 21 marzo 2003, 12:59

Re: Alimentazione a casa

Messaggio da brusytoby » 11 agosto 2011, 18:32

kia l'unico aiuto per queste situazioni e' di non stare troppo tempo in casa perche' ho visto che spesso si mangia per noia, quindi noi stiamo sempre fuori, nel caso che descrivi ad es alle 11 non si dovrebbe essere in casa, ma fuori a giocare e tornare a casa alle 12 a ridosso del pranzo e vedrai che, se sono fuori a giocare, non chiedono il cibo. il mio ad es quando siamo fuori si dimentica anche della merenda, se stiamo in casa di sicuro la fa e se stiamo in casa tutto il pom di sicuro gli viene voglia di mangiare.
e poi kia se alle 11 mangiano, il pranzo va spostato alle ore 13 o 13.30. insomma gli orari rigidi del oranzo e cena vanno bene con chi e' preciso anche con gli orari delle merende. sicuramente e' sbagliato saltare il pranzo e poi alle 15 farsi un panino. fidati kia, se possibile, devi dire alle nonne di portarli fuori al parco piu' possibile ed il problema si risolve da solo....

Rispondi

Torna a “La cameretta”