Sono TRISTE quando......

Quando il sogno di gravidanza si infrange, quando scegliamo l'IVG e poi la nostra anima si lacera, quando il nostro bimbo torna in Cielo a giocare tra gli Angeli.

Moderatore: Lillafiore

bastoncina
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 134
Iscritto il: 9 maggio 2008, 12:24
Località: Mat 2009 e 5 angeli splendenti

Sono TRISTE quando......

Messaggio da bastoncina » 10 giugno 2008, 18:50

Ecco, se scriviamo qui non e' un giorno ok....ma oltre a pensare che le cose possono migliorare dobbiamo ricordarci che NON SIAMO SOLE e che possiamo condividere il nostro dolore con chi ci sa capire....
Quindi un megabacio :bacbac: a tutte....



Avatar utente
danielina74
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 309
Iscritto il: 15 aprile 2008, 12:26
Località: Mamma di Ale 04-06-2005 ed un angioletto marzo 2008..Elisabetta 23-01-2009

Sono TRISTE quando......

Messaggio da danielina74 » 11 giugno 2008, 9:56

Io oggi sono triste perchè questa mattina ho incontrato una cara amica e alla mia domanda "allora come stai?" la sua risposta con le lacrime agli occhi è stata "ora so cosa hai provato".....mi è gelato il sangue. Aspettava il suo terzo figlio ma purtroppo ha contratto la rosolia. Mi domando il suo ginecologo perchè non le ha consigliato il vacino dopo la prma gravidanza. ti sono vicina :(

Avatar utente
raffi69
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 2055
Iscritto il: 7 novembre 2007, 20:46
Località: ....perchè senza di te il presente non è più divertente, e il futuro è già andato

Sono TRISTE quando......

Messaggio da raffi69 » 13 giugno 2008, 22:18

oggi sono stata a fare la minicurva glicemica..mentre ero seduta ad aspettare il secondo prelievo è entrata una donna incinta con un pancione enorme..l'ho guardata all'inizio le ho sorriso non so se ha capito che ero incinta anch'io, avevo un maglione di cotone largo a coste
mi è poi venuto un magone immenso, che si è strozzato in gola..adesso avrei potuto essere già in 37° la ddp era il 3 luglio, avrei potuto partorire il mio piccolo angelo anche prima , magari il 27 giugno compleanno di mio fratello, addirittura il 24 compleanno di mio marito festa di san giovanni il giorno più lungo e più bello dell'anno...
e invece..invece mi sono trovata di nuovo con questi pensieri, con queste angosce, con questo senso di privazione che solo voi potete conoscere..non posso scrivere di là dalle mie sorelline naturine , molte non capirebbero e si sentirebbero offese, vista la mia attuale condizione
però....anche se so benissimo che devo ritenermi tutto sommato fortunata, una bimba bellissima, un fantastico marito che ha fatto centro sempre , un nuovo viaggio in corso...il puntino piccolo piccolo è ancora lì..i..n fondo al mio cuore
e il 3 luglio andrò ad accendere una candela , per lui e per tutti i vostri angeli..piccoli grandi che dovevano continuare a vivere, non lasciarci così..

bastoncina
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 134
Iscritto il: 9 maggio 2008, 12:24
Località: Mat 2009 e 5 angeli splendenti

Sono TRISTE quando......

Messaggio da bastoncina » 13 giugno 2008, 22:48

Raffi, mi dispiace....e un senso di vuoto che ci accompagnera sempre...anche se ci sono altri piccoli pensiamo
sempre a quello che poteva essere e non e stato....anche io ci penso sempre ai miei piccini....e allora gli parlo
e dico che nella loro dimensione devono starmi vicino e darmi la forza per vivere la mia vita....probabilmente
senza queste esperienze sarei diversa....loro mi devono dare la forza giorno per giorno....non so neanche se
avro il dono di vivere ancora la maternita..chissa per ora cerco di consolarmi come posso e associo il pensiero
dei miei piccini a quello che mi e rimasto di loro oltre al senso di vuoto...due ecografie e il pensiero costante che non mi abbandona mai...Grazie per la candela...

Avatar utente
novenovembre
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 426
Iscritto il: 2 novembre 2005, 22:22
Località: mamma di un angioletto (nov '01) e di due diavoletti (dic '02, giu '05)

Messaggio da novenovembre » 16 giugno 2008, 20:50

oggi sono triste perchè vedendo il dolore di una mia cara per la morte del padre (a lungo e gravemente malato) mi sono resa conto che quando amiamo davvero qualcuno non ci importa di quanta fatica dobbiamo fare per assisterlo nel bisogno e di quanto dobbiamo penare vedendo la sua sofferenza. L'unica cosa che conta è che rimanga con noi il più a lungo e il più accudito possibile.
Mamma di un angioletto (nov.'01) e di due diavoletti (dic.'02 e giu.'05)

chiara04
Mollista Esperta
Mollista Esperta
Messaggi: 849
Iscritto il: 20 febbraio 2005, 18:08
Località: Prov. MI mamma di Chiara 24.02.04 e di un angioletto Camilla 01.10 - 19.10.2001; Mappina nr. 64

Messaggio da chiara04 » 18 giugno 2008, 10:36

Sono triste quando Chiara mi chiede "una fratellina" con cui giocare ed io penso che una sorellina ce l'ha ma non potrà mai giocare con lei, non potranno mai passare ore ed ore nella loro cameretta confidandosi i loro piccoli grandi segreti, non potranno mai litigare per poi fare pace, non potranno mai crescere assieme.
Sono triste quando penso che ho già 47 anni e non potrò più regalare un altro fratellino o sorellina alla mia bimba.
Sono triste quando penso che ho potuto stringere Camilla fra le braccia solo un paio di volte.
Sono triste, anzi disperata, quando penso che non ero vicono a lei nell'attimo in cui è volata in cielo!

Avatar utente
ziadani
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 476
Iscritto il: 12 marzo 2008, 8:35
Località: un angioletto nel cuore(07.03.08) - mamma di tommaso (03.03.09)

Messaggio da ziadani » 20 giugno 2008, 15:46

Sono triste quando...faccio 1 passo avanti e 2 indietro... quando, come oggi, mi ritrovo a dirmi che se non avessi perso il mio bimbo ora sarei alla fine del 6 mese di gravidanza, a casa, in panciolle, serena...e invece, ho dovuto fare scelte diverse, chiedere un'aspettativa non retribuita per non rientrare in un posto di lavoro che con la maternità avrei definitivamente lasciato, iscrivermi all'ennesimo corso professionale per tentare altre strade, ritrovarmi a pensare che il mio percorso è sempre in salita mentre per qualcun altro continua ad essere una semplice passeggiata.
Ecco, ora non rimane altro che buttare fuori l'ennesimo litro di lacrime e chiedere al mio piccolo non nato di aiutarmi ancora una volta senza più voltarmi indietro...

Avatar utente
golondrina
Mollista Esperta
Mollista Esperta
Messaggi: 829
Iscritto il: 21 gennaio 2005, 0:23
Località: Il mio angelo Martina(15-06-2002)due stelline al fianco.Alessia la mia monella 30-01-2004

Messaggio da golondrina » 27 giugno 2008, 15:43

....sono triste perchè sò che alessia non avrà mai qui in terra una sorella o fratello...sono triste quando mi si chiede se è figòia unica...sono triste perchè voglio i miei angeli qui....

Avatar utente
raffi69
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 2055
Iscritto il: 7 novembre 2007, 20:46
Località: ....perchè senza di te il presente non è più divertente, e il futuro è già andato

Messaggio da raffi69 » 4 luglio 2008, 0:34

sto guardando su youtube x l'ennesima volta il video di seal - kiss from a rose e fuori sul davanzale sta lentamente spegnendosi una candela , l'avevo accesa stasera per il mio piccolo angelo di novembre, che mi ha lasciato troppo presto, e che porterò sempre con me
l'avevo accesa anche per le mie sorelline naturine, che ci provano e sperano ogni mese di cominciare il loro piccolo grande viaggio...e che non mollano mai
e adesso sono qui, a pensare che avrei potuto essere gà in ospedale, con un batuffolo in braccio, e continuare l'estate con lui e la mia bimba bella..
e non posso certo tanto rattristarmi, il mio fagiolotto è già due ore che balla nella panza, come per dire "ma ancora non hai fiducia in me, non credi ancora che andrà tutto bene stavolta, mamma cosa posso fare per non farti piangere..."
voi mi capite, solo voi mi capite...
scusate, non rileggo, cerco di dormire almeno un po'..domani è il 4 luglio, e sono di 25 settimane.. spero che mi torni un po' di serenità

credo di meritarmela, di finire questo nuovo viaggio con sempre meno angosce....

bastoncina
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 134
Iscritto il: 9 maggio 2008, 12:24
Località: Mat 2009 e 5 angeli splendenti

Messaggio da bastoncina » 4 luglio 2008, 21:19

Raffi ... :bacbac: :cons: :abbr:

Avatar utente
NonPiùSoloZia
Mollista Esperta
Mollista Esperta
Messaggi: 598
Iscritto il: 26 giugno 2008, 13:57
Località: mamma di 2 angioletti 09/07/08 - in attesa del nostro miracolo per il 7/11/14

Messaggio da NonPiùSoloZia » 15 luglio 2008, 22:33

Sono triste, se, come in questo momento penso agli ultimi tre giorni di gravidanza...
Era tutto cominciato per il meglio, dopo nove anni di ricerca, dopo la più classica delle "pietre sopra", il giorno del compleanno di mio marito, il 24 di giugno, dopo 6 o 7 giorni di dolorini strani al seno e di svarioni che mi costringevano a sedermi ogni due per tre (non conto i ritardi perchè alle mie rosse non è mai stata consegnata la tabella di marcia, quindi vengono quando vogliono), mi decido a fare il test.
Lo faccio, senza dargli peso più di tanto lo appoggio sul davanzale del bagno e vado a preparare il regalo per mio marito.
Non so perchè avessi aspettato così tanto a farlo, di solito lo impacchetto almeno un paio di settimane prima.
Preparo regalo, carta e fiocchi e torno in bagno.
DUE RIGHE!!! Non posso crederci, devo sedermi, non è possibile, proprio io INCINTA! IO CHE MI ERO RASSEGNATA AD ESSERE UNA DONNA A META'!! INCINTA!! NON E' POSSIBILE, IL TEST SARA' SBAGLIATO SICURAMENTE...
Comunque dopo una bella caragnata in solitaria, nascondo il test all'interno del regalo e lo consegno a mio marito..
Quando lo scopre, è un delirio... non sa cosa dire, cosa fare, a metà giornata lascia perdere il lavoro, continua a sbagliare strada e consegne..
Era martedì.. il martedì dopo ho la visita dal gine.. fatti due conti, rosse o non rosse, dovrei essere di dieci settimane.. lui mi visita, fa l'eco e mi dice che le settimane sono solo 5.
Va bene lo stesso, l'importante è che il fagiolino ci sia.
Arriva la domenica, mi rilasso in maneggio, mi faccio coccolare dalle amiche, arriviamo al momento di cenare, vado in bagno e... sangue!
Chiamo il gine, mi mette tranquilla. "non è sangue vivo, si metta solo a riposo, può succedere".
COME CAZZO FACCIO A STARE TRANQUILLA QUANDO SONO INCINTA E VEDO DEL SANGUE???
Comunque mi immobilizzo sul divano.
Non serve a nulla, il lunedì pomeriggio devo andare in ospedale, le perdite sono aumentate.
Mi visita una dottoressa gentilissima, mi dice che in effetti le perdite ci sono, non sono niente di eccessivamente preoccupante, ma non sono da sottovalutare. Mi dice che si aspettava, a distanza di una settimana dall'ultima eco, una crescita maggiore, magari di vedere, se non l'embrione, almeno il sacco vitellino.
Però in tutto questo casino, almeno qualcosa di positivo c'è.
La camera gestazionale è cambiata.
ORA SONO DUE! Sarò cretina, anzi, saremo cretini, visto che mio marito era al mio fianco, ma quella è l'unica cosa che abbiamo capito.
Stare a riposo? Ok, va bene, anche tutti i giorni da qui al parto.
Non c'è problema, per loro qualsiasi cosa.
Il martedì (questo giorno mi perseguita) sembra andare meglio, il gine mi dice di andare lo stesso in ospedale per fare l'immunoprofilassi, non è il caso di aspettare il nostro appuntamento di sabato, per qualche chilometro in macchina non succede nulla.
Ah, davvero??
Arrivo a casa e le perdite ricominciano, anzi, mi sembra di vedere un po' di sangue rosso vivo in mezzo, ma faccio finta di non crederci.
Andiamo a dormire, mio marito mi dà il bacio della buonanotte e saluta i piccoli con una carezza sul pancino. Anche lui non riesce ancora a credere che finalmente qualcuno abbia restituito il TOMTOM alla nostra cicogna.
Notte, le 2.05, mi sveglio di colpo con la sensazione che qualcosa non vada, un attimo ho caldo e un attimo ho freddo.
Mi alzo pensando di sciacquarmi un po' il viso.
Arrivo in bagno, ma faccio appena in tempo.
Appena in tempo per vedere i miei figli in fondo alla tazza.
Non so perchè il destino abbia deciso così, e in ospedale dicono che era troppo presto e non lo sapremo mai.
MA QUALCUNO MI DEVE DIRE PERCHE' NON HO NEMMENO UN POSTO DOVE ACCENDERE UNA CANDELA O METTERE UN FIORE PER I MIEI PICCOLI ANGELI.
Mio marito, che si era svegliato con me, mi ha sentito piangere, ma non ha osato venire in bagno. Qualche minuto dopo gli dico cosa è successo.
Mi dice di non disperare, ma io ero lì, è a me che è successo, sono perfettamente conscia di essere di nuovo sola.
Oramai non c'è più nulla da fare o sperare, ne sono lucidamente consapevole.
Mi rimetto a letto, cerco di riposare un po', assurdamente non vorrei mai andare in ospedale, vorrei che questo momento si cristallizzasse per sempre, non voglio farmi vedere e toccare, anche se ancora più assurdamente mi aggrappo alla stupida speranza di risparmiarmi almeno il raschiamento..
Ci prepariamo, arriviamo in ospedale, ritrovo la stessa gina che mi ha visitato il lunedì.. Di turno c'è il mio gine e quindi mi seguirà lui, ma al momento è impegnato, quindi sto compilando l'accettazione con l'ostetrica che avrebbe dovuto seguirci.. la gine si ferma con me, mi si siede vicino e mi accarezza la testa, mi consola, mi fa domande sul futuro, cerca di tranquillizzarmi, come se fossimo amiche da sempre.
E pensare che non sono nemmeno sua paziente, e mi ha visto mezza volta lunedì pomeriggio. Aveva addirittura riconosciuto mio marito in corridoio, e quando lui le aveva detto cosa era successo lei è corsa dentro.
Mi fa sentire un po' meno abbandonata, ma nel frattempo arriva il mio gine e non ho bisogno di aspettare che lui parli, è sufficiente che guardi anch'io il monitor per vedere che non c'è più assolutamente nulla...
Mi dice che è però necessario una "revisione" (che eufemismo...) e che se sono digiuna la può fare subito così per sera saremo a casa..
Anche se non voglio accetto, non c'è null'altro da fare, ma continuo a ripetermi che non mi voglio separare da quello che è rimasto dei miei cuccioli.
Ci danno una cameretta per i fatti nostri, un camicione (sia mai che io mi porti qualcosa "per fermarmi" quando vado in ospedale, io lì non ci rimango!).. Mi fanno cardiogramma, prelievi, flebo.
Manca qualcosa all'una, e mi portano in quella che avrebbe dovuto essere la sala parto dei miei angeli. Invece sono lì per farmeli aspirare via.
Non è possibile, non può essere vero, non sono io su quel lettino, sto sognando, è un incubo, si sa che le donne incinte hanno spesso incubi, ora mi sveglierò e tutto sarà a posto..
Invece mi sveglio in corridoio, con una flebo nel braccio, nessun dolore ma una grande sensazione di vuoto e di fallimento...
Mi riportano da mio marito, in cameretta, ancora qualche ora e posso tornare a casa.
Altre due flebo, un'ultima visita che mi conferma che "tutto è andato bene" (ma come cavolo si fa a parlare di "bene" per un raschiamento?!?!?) e torniamo soli e sconsolati a casa nostra.
I successivi giorni è tutto un dire e ripetere le stesse cose a tutti, tutti preoccupati e desiderosi di fare sentire la loro presenza.
L'affetto mi fa bene, ma ripetere sempre la stessa cosa mi fa impazzire..
Mi sento a metà, mi sembra di aver sognato tutto, prima di tutto l'essere rimasta incinta. Avevo ragione, il test aveva sbagliato, non è possibile che ci sia riuscita.
In capo a un paio di giorni, riesco a essere un po' più lucida, ma più miglioro e più mi sento in colpa..
Mi sento in colpa perchè ora il mio unico pensiero, il chiodo fisso, è che passino 'sti ultimi tre giorni per ricominciare a cercare un figlio.
Anzi, due figli.
Sto impazzendo, continuo a essere convinta che saranno due anche la prossima volta, ma sono perfettamente consapevole che è una convinzione assurda.
So che adesso ricomincerà il calvario che solo adesso cominciava ad attenuarsi (non è mai sparito del tutto)...
Ogni volta a pensare se sarebbe stata quella buona, se era il momento giusto. Ogni test a piangere perchè c'è una lineetta sola, e ogni mese che passa a sentirsi sempre più un fallimento...
Sono veramente molto confusa, l'amica che mi è stata più vicino (mamma di una meravigliosa bimba di 5 anni e di 4 ANGIOLETTI) mi dice di concentrarmi sui 12 giorni meravigliosi che ho vissuto fino a quando ho incominciato ad avere le perdite, su quanto sia stato bello vedere un test positivo, dirlo a mio marito, a parenti e amici, andare in giro con la mano sulla pancia, di pensare a quanto era bello sentirsi speciale e privilegiata in mezzo ad un mare di "persone normali"...
Lo so, ogni tanto ci riesco, ma poi, inevitabilmente, mi tornano in mente gli ultimi tre giorni, e così passo dall'euforia e dalla frenesia di riprovarci subito (abbiamo infatti deciso che ascolteremo l'ostetrica, che ci ha detto che se abbiamo voglia e ce la sentiamo di riprovarci subito, possiamo farlo, anche senza aspettare il primo ciclo.. bisogna solo aspettare una decina di giorni dall'intervento, e poi abbiamo via libera) al pensare che non ho intenzione di farmi toccare da mio marito senza un preservativo, NON VOGLIO RIPROVARE QUELLO CHE HO PROVATO IL 9 DI LUGLIO.
NON VOGLIO.
NON CE LA FACCIO.
Ora come ora, so che, anche se sarà molto difficile e certe cose rimarranno marchiate a fuoco nella mia anima, se mi impegno riuscirò a rimettere la testa fuori dall'acqua, ma se mi dovesse succedere di nuovo, affonderei definitivamente.
E questo non posso permettermelo. Io, anche ora, vorrei lasciarmi andare, ma ho un marito ed una famglia che mi amano. Degli amici meravigliosi, che mi stringono e consolano, sia di persona che attraverso il forum. E devo andare avanti anche per loro.
Quindi credo che non mi rimanga altro che pregare i miei angioletti di vegliare sulla loro mamma disperata, che non sa se chiedere loro di riprovare a saltare dalla nuvoletta o se di darle il coraggio di lasciar perdere tutto..
Scusate lo sfogo, ma so che potete capirmi...
Ale

mareininverno
Mollista Espertissima
Mollista Espertissima
Messaggi: 13397
Iscritto il: 10 dicembre 2002, 13:10
Località: mamma di Emanuela 27/12/03, Tommaso 27/10/06, Simone 31/3/2010, Federico 24/6/2015

Messaggio da mareininverno » 15 luglio 2008, 22:47

Ale...ti capisco benissimo...anch'io ho perso il mio primo bimbo dopo 7 settimane...e non venivo come te da anni di ricerca. Mi sono ritrovata tantissimo nel tuo racconto...la sala operatoria, la gioia trasformata in dolore e la paura...Però come dici tu devi tirare fuori la testa dall'acqua...devi andare avanti. E credimi...sia pure con mille paure si può riprovare. Io ce l'ho fatta e ne sono felice, mai dimenticherò quell'angioletto che mi ha resa madre per la prima volta ma ora riesco a pensare a lui senza più tutto quell'abisso di dolore e di sconforto ma con serenità...e racconto ai miei bimbi che hanno un angelo custode speciale. Ti abbraccio...ce la farai.
Gli uomini sono angeli con un'ala soltanto, possono volare solo rimanendo abbracciati. (don Tonino Bello)

Avatar utente
NonPiùSoloZia
Mollista Esperta
Mollista Esperta
Messaggi: 598
Iscritto il: 26 giugno 2008, 13:57
Località: mamma di 2 angioletti 09/07/08 - in attesa del nostro miracolo per il 7/11/14

Messaggio da NonPiùSoloZia » 15 luglio 2008, 23:19

mareininverno ha scritto:Ale...ti capisco benissimo...anch'io ho perso il mio primo bimbo dopo 7 settimane...e non venivo come te da anni di ricerca. Mi sono ritrovata tantissimo nel tuo racconto...la sala operatoria, la gioia trasformata in dolore e la paura...Però come dici tu devi tirare fuori la testa dall'acqua...devi andare avanti. E credimi...sia pure con mille paure si può riprovare. Io ce l'ho fatta e ne sono felice, mai dimenticherò quell'angioletto che mi ha resa madre per la prima volta ma ora riesco a pensare a lui senza più tutto quell'abisso di dolore e di sconforto ma con serenità...e racconto ai miei bimbi che hanno un angelo custode speciale. Ti abbraccio...ce la farai.
Grazie, di cuore.
Non so come farei senza di voi...

Avatar utente
Lillafiore
Moderatrice forum bimbi
Moderatrice forum bimbi
Messaggi: 10631
Iscritto il: 23 dicembre 2002, 15:13
Località: Forse quella che chiamate "accettazione" è solo la disperazione sotto mentite spoglie

Messaggio da Lillafiore » 16 luglio 2008, 7:46

per me era il 9 agosto, il mio agosto terribile. Nove anche le settimane, lo sgomento, l'incredudilità, la voglia di riprovarci subito, la paura fottuta nella gravidanza di Flavia, la paura di andare in bagno, me la tenevo anche sere intere se eravamo a cena da amici, piuttosto di vivere ancora una sera da donna incinta....
nemmeno io dimenticherò mai, la suoneria del mio cellulare è "sei nell'anima" ed è tutta per lui, per lui suona ogni volta :love
A modo mio, e pazienza se a qualcuno il mio modo d'essere non piace. Di piacere a tutti, sinceramente, non mi sono mai illuso. R. Baggio
ho la scrivania in centro - larous dixit
Immagine

bastoncina
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 134
Iscritto il: 9 maggio 2008, 12:24
Località: Mat 2009 e 5 angeli splendenti

Messaggio da bastoncina » 16 luglio 2008, 22:46

Tesoraaa!! Mi viene da dirti che il cuore di una mamma oltre a essere immenso è anche molto forte e
coraggioso...Mi dispiace per i tuoi piccini...vedrai che proprio loro al momento opportuno ti daranno
la forza per riprovare..tutto cio che con loro hai vissuto è stato un grande dono anche se ti ha portato
sofferenza Ti abbraccio :bacbac:

Rispondi

Torna a “Forum degli Angeli”