COME SPIEGARE LA PERDITA AI NOSTRI BIMBI

Quando il sogno di gravidanza si infrange, quando scegliamo l'IVG e poi la nostra anima si lacera, quando il nostro bimbo torna in Cielo a giocare tra gli Angeli.

Moderatore: Lillafiore

jewel
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 1000
Iscritto il: 28 maggio 2002, 7:33
Località: ovunque!
Contatta:

COME SPIEGARE LA PERDITA AI NOSTRI BIMBI

Messaggio da jewel » 23 gennaio 2005, 9:08

Purtroppo, spesso capita che quando muore un bimbo (in pancia o meno) questo abbia già dei fratelli oppure che i fratelli nascano dopo...

Voi come avete affrontato l'argomento coi vostri figli o come pensate di affrontarlo?


Io ho spiegato a mia figlia (3 anni) che prima che lei nascesse nella pancia di mamma c'era un fratellino, però è rimasto poco perchè il Signore aveva bisogno di angeli allora lo ha richiamato in Paradiso...
Lei ha accetato quetsa spiegazione, non ha fatto altre domande e ne parla serenamente anche con le maestre e i comagni (è una chiacchierona!) A parte quella volta non ho più toccato l'argomento perchè los ento ancora molto doloroso e non ce la faccio proprio a parlarne se non qualche volta con mio marito, me lo custodisco gelosamente nel cuore.

A volte, però, mi chiedo se il modo in cui l'ho affrontato con la mia bambina è quello giusto!



Avatar utente
Lillafiore
Moderatrice forum bimbi
Moderatrice forum bimbi
Messaggi: 10631
Iscritto il: 23 dicembre 2002, 15:13
Località: Forse quella che chiamate "accettazione" è solo la disperazione sotto mentite spoglie

Messaggio da Lillafiore » 23 gennaio 2005, 19:20

Io parlero' di Mezzo a Fla quando sara' grande, molto grande.
confesso che non saprei quando e come dirglielo se fosse ancora piccola, non vorrei che si facesse "strane idee".
ogni tanto penso a quando sara' grande e le faro' vedere la scatola dei ricordi di Mezzo...
A modo mio, e pazienza se a qualcuno il mio modo d'essere non piace. Di piacere a tutti, sinceramente, non mi sono mai illuso. R. Baggio
ho la scrivania in centro - larous dixit
Immagine

jewel
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 1000
Iscritto il: 28 maggio 2002, 7:33
Località: ovunque!
Contatta:

Messaggio da jewel » 24 gennaio 2005, 13:03

Lillafiore ha scritto:Io parlero' di Mezzo a Fla quando sara' grande, molto grande.
confesso che non saprei quando e come dirglielo se fosse ancora piccola, non vorrei che si facesse "strane idee".
ogni tanto penso a quando sara' grande e le faro' vedere la scatola dei ricordi di Mezzo...
Cosa intendi per "strane idee"?

moorea
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 4438
Iscritto il: 14 luglio 2002, 16:21
Località: prov MI - mamma

Messaggio da moorea » 24 gennaio 2005, 13:04

dopo il mio ultimo aborto la vale, 3 anni.... quando le abbiamo spiegato che Anna era andata in cielo.. si è messa a piangere.. che non dovevamo permetterglielo,.. che lei era la sua sorellina e la voleva.. mi urlava di farmela rimettere dentro..
poi da un giorno all'altro ha deciso di fingere che io fossi incinta.. andavamo all'iper e lei si fermava a guardare i vestitini,.. le scarpine.. e piangeva e batteva i piedi.. faceva i capricci perchè io li comperassi..
ed a me scappava la terra da sotto i piedi...
ho cercato di non farmi mai vedere piangere da lei,.. piangevo sola notti intere.. ma a lei sorridevo mordendomi le guance.. cercavo di farla pensare ad altro.. riempivo le sue giornate ed insieme.. le mie...
per fortuna sono rimasta subito incinta nuovamente e lei ovviamente si è accorta perchè, dati i trascorsi.. era una gravidanza a rischio..
lei è stata felicissima della mia gravidanza.. mi baciava continuamente la pancia e credeva fosse la stessa di prima.. che ci eravamo sbagliati.. che non se ne era andata...
quando sarà più grande poi le spiegherò tutto.. le parlerò dei suoi fratellini e sorelline in cielo...ma non ora.... non è pronta lei e soprattutto so di non essere pronta io..
la paura ci difende dall'incoscienza, il coraggio ci difende dalla paura..

jewel
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 1000
Iscritto il: 28 maggio 2002, 7:33
Località: ovunque!
Contatta:

Messaggio da jewel » 24 gennaio 2005, 13:26

moorea ha scritto:...ma non ora.... non è pronta lei e soprattutto so di non essere pronta io..
Credo che la questione stia proprio qui: l'esserre pronti. Prima di tutto lo sevono essere mamam e papà, devono poterne parlare con serenità, altrimenti sono guai! Poi deve essere pronto il bimbo. Nle mio caso l'aborto è stato il mio primo figlio, Francesca non c'era ancora quindi non peteva aver realizzato quanto aveva realizzato la tua bimba . Per Fra Nic è un bimbo che c'era nella pancia di mamma prima di lei e poi è tornato in cielo. L'ha presa bene perchè non era qualcosa di concreto per lei.

Anni fa comprai un libro con tanto di audiocassetta che spiegava la morte ai bambini , era doppiata da Columbro e Cucacrini...purtroppo non ricordo più il titolo nè dove l'ho messo.appena lo trovo vi posto il titolo. Era ben fatto e molto carino

Roberta68
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 243
Iscritto il: 6 giugno 2002, 19:26
Località: Roma- mamma di Rossella 14/06/98 (cielo) e Topì (cielo), Fabrizio 13/01/2000 e Veronica 5/06/2004
Contatta:

Messaggio da Roberta68 » 26 gennaio 2005, 19:40

Io gliel'ho detto qualche mese fa nel giorno dei santi all'età di quasi cinque anni. Prima di dirglielo ho voluto aspettare che nascesse la sua sorellina (nata a giugno) pensando così di attutire il colpo. Se glielo avessi detto prima gli avrei trasmesso paura di perdere anche questa piccolina e magari la paura di perdere anche me.
Il giorno dei santi siamo andati in chiesa ad accendere le candeline per i cari defunti, gli ho dato delle monetine dicendogli di conservarne una alla fine per una persona molto speciale.
Alla fine gli ho detto "questa monetina Fabri è per la tua prima sorellina volata in cielo appena nata" con una grande commozione ma trattenendo le lacrime.
Lui mi ha guardata attonito e poi ha detto "Ah!" con una faccetta pensierosa.
Poi quando eravamo fuori della chiesa mi ha detto "Ma allora mamma io non sono stato il primo, mi avevate sempre detto che ero il primo". Gli ho spiegato che avevo aspettato il momento più giusto per dirglielo.
Lui dolcissimo mi ha continuato a fare tante domandine sulla sua sorellina e il nome Rossella che una volta non gli piaceva (così mi aveva detto tempo prima dopo averglielo chiesto) adesso gli piace tantissimo.
Mi ha detto che gli dispiace tanto che la sua sorellina è volata in cielo.
Tenerissimo Fabrizio... ha capito molto più di quello che avrebbe dovuto capire, i bambini sono grandiosi.

Roby

Avatar utente
Lillafiore
Moderatrice forum bimbi
Moderatrice forum bimbi
Messaggi: 10631
Iscritto il: 23 dicembre 2002, 15:13
Località: Forse quella che chiamate "accettazione" è solo la disperazione sotto mentite spoglie

Messaggio da Lillafiore » 26 gennaio 2005, 20:33

Roberta sei davvero grande, io non so quando diro' a Fla che lei non è la mia prima, è difficile da spiegare, ancora di piu' forse perchè nessuno, tranne me, considerava un bimbo l'aborto dell'anno passato.
io credo che aspettero' a lungo, rivelero' a fla tutto quando sara' grande, dopo l'adolescenza forse.
quando dico che ho paura che si faccia "strane idee", intendo dire che spesso è imprevedibile il modo in cui i bambini processano cio' che non capiscono in pieno.
A modo mio, e pazienza se a qualcuno il mio modo d'essere non piace. Di piacere a tutti, sinceramente, non mi sono mai illuso. R. Baggio
ho la scrivania in centro - larous dixit
Immagine

Roberta68
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 243
Iscritto il: 6 giugno 2002, 19:26
Località: Roma- mamma di Rossella 14/06/98 (cielo) e Topì (cielo), Fabrizio 13/01/2000 e Veronica 5/06/2004
Contatta:

Messaggio da Roberta68 » 28 gennaio 2005, 17:23

Lillafiore ha scritto:Roberta sei davvero grande, io non so quando diro' a Fla che lei non è la mia prima, è difficile da spiegare, ancora di piu' forse perchè nessuno, tranne me, considerava un bimbo l'aborto dell'anno passato.
io credo che aspettero' a lungo, rivelero' a fla tutto quando sara' grande, dopo l'adolescenza forse.
quando dico che ho paura che si faccia "strane idee", intendo dire che spesso è imprevedibile il modo in cui i bambini processano cio' che non capiscono in pieno.
Grazie, ma no per carità, ho fatto solo quello che mi sembrava più giusto in quel momento.
Sai dopo la perdita della piccola Rossella ho anche avuto un aborto interno alla fine del secondo mese di gravidanza, io e mio marito lo chiamavamo "Topetto" un uovo vuoto così lo hanno definito i medici, eppure io ho sentito benissimo dentro di me una vita che iniziava e che finiva (ho percepito questa cosa qualche giorno prima di fare l'ecografia). Ho parlato a Fabrizio anche di Topetto e lui ha capito.
Mi dispiace tesoro che hai vissuto la perdita del bimbo tutta da sola.
Ti mando un grandissimo bacio.

Roby

Avatar utente
Micy
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 445
Iscritto il: 27 maggio 2002, 17:56
Località: Bi-mamma '01-'05 "MOLSAURA"

Messaggio da Micy » 28 gennaio 2005, 18:30

Vi racconto come lo ha spiegato mia mamma a me :)
Ho una statuetta in porcellana antica, raffigura un bimbo e una bimba che si abbracciano.
Ecco, da quando mi ricordo, mia mamma ha sempre detto che quei due bimbi raffiguravano il mio fratellino e la mia sorellina che erano diventati angioletti e tornati in cielo.
Poi col tempo mi ha raccontato i particolari.
Ora la statuetta fa bella mostra di se' nella vetrina del mio salotto, dove la conservo gelosamente.

Avatar utente
Zampalesta
Mollista Primizia
Mollista Primizia
Messaggi: 94
Iscritto il: 13 dicembre 2002, 21:27
Località: Milano, mamma di Lucrezia 26-06-03 e con tre piccoli angeli nel cuore

Messaggio da Zampalesta » 21 marzo 2005, 17:56

Scusate se mi intrometto, ma in base alla mia esperienza di sorella maggiore di un bimbo prematuramente morto, voglio che vi rendiate conto di quanto sia importante rassicurare il fratellino/sorellina di tre o quattro anni che quello che è avvenuto non è colpa sua.
A questa età esiste quello che gli psicologi definiscono "egocentrismo naturale" secondo il quale il bimbo pensa che tutto quello che succede nel mondo attorno a lui sia una conseguenza diretta delle sue azioni o dei suoi pensieri.
E' facile che si colpevolizzi e si consideri la causa di questo dolore perchè semplicemente qualche volta ha desiderato che sua madre fosse tutta per lui e che magari quel bimbo nel pancione non ci fosse....

E' importante parlare, far sì che i genitori siano più presenti del solito, ascoltare il dolore del fratellino grande, la perdita l'ha subita tutta la famiglia....
Un abbraccio

Roberta68
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 243
Iscritto il: 6 giugno 2002, 19:26
Località: Roma- mamma di Rossella 14/06/98 (cielo) e Topì (cielo), Fabrizio 13/01/2000 e Veronica 5/06/2004
Contatta:

Messaggio da Roberta68 » 24 marzo 2005, 9:42

Zampalesta ha scritto:Scusate se mi intrometto, ma in base alla mia esperienza di sorella maggiore di un bimbo prematuramente morto, voglio che vi rendiate conto di quanto sia importante rassicurare il fratellino/sorellina di tre o quattro anni che quello che è avvenuto non è colpa sua.
A questa età esiste quello che gli psicologi definiscono "egocentrismo naturale" secondo il quale il bimbo pensa che tutto quello che succede nel mondo attorno a lui sia una conseguenza diretta delle sue azioni o dei suoi pensieri.
E' facile che si colpevolizzi e si consideri la causa di questo dolore perchè semplicemente qualche volta ha desiderato che sua madre fosse tutta per lui e che magari quel bimbo nel pancione non ci fosse....

E' importante parlare, far sì che i genitori siano più presenti del solito, ascoltare il dolore del fratellino grande, la perdita l'ha subita tutta la famiglia....
Un abbraccio
Grazie cara del consiglio. Purtroppo noi genitori la maggior parte delle volte ci troviamo a dover affrontare temi scottanti senza avere la preparazione giusta, io ho lasciato parlare il mio cuore in modo spontaneo e naturale e mio figlio sembra aver capito e accettato la dolorosa vicenda, ma "sembra"! Io ad ogni modo sono sempre presente per lui e proprio qualche giorno fa mentre parlavamo è venuto fuori il discorso della piccola Rossella, io ho preso le foto e gliele ho fatte vedere (già le aveva viste tempo fa), lui le ha abbracciate, strette a se e ha dato alla sua sorellina volata in cielo tanti bacini sopra. Mi ha fatto una tenerezza infinita, ha un cuore davvero grande anche con Veronica la sorellina che ha adesso, è protettivo, generoso, affettuoso.
Quando gli ho parlato della piccola Rossella, aveva quasi cinque anni, prima di tutto ho chiesto anche a mio marito se era d'accordo e poi prima di farlo ho valutato bene la cosa. Gliene ho parlato anche perchè ho constatato che in molte cose Fabri sembra molto più maturo della sua età e parecchio tempo prima di sapere di Rossella faceva molte domande su Dio, la Madonnina, l'aldilà, così, senza che nessuno gli avesse detto niente di particolare. E' un bambino molto sensibile e devo sempre stare molto attenta a non ferirlo.
Ultimamente mi ha detto "Mamma sai io sono molto delicato, se qualcuno mi strilla mi viene subito da piangere"... però è anche molto birbante e vivace! La cosa che ho sempre fatto comunque e che continuerò sempre a fare è parlarci molto, sapere i suoi problemi, conoscere i suoi pareri.
Un abbraccio anche a te.

Roby

Avatar utente
erika95
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 137
Iscritto il: 18 maggio 2005, 11:48
Località: merate

Messaggio da erika95 » 11 ottobre 2005, 11:40

La mia prima bimba era con me quando durante l'eco mi è stato detto che non c'era battito. In quel momento ho cercato di trattenere le lacrime per lei e le ho spiegato che il suo fratellino/sorellina era stato chiamato da Gesù per essere un angioletto. Ora Erika ha 10 anni (a quel tempo ne aveva 4) e ogni tanto parla di qs angioletto in modo sereno e lo fa anche con sua sorella più piccola e suo fratellino. sono contenta che non l'abbia presa male ma che sappia che aveva anche un altro fratellino/sorellina.

Avatar utente
novenovembre
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 426
Iscritto il: 2 novembre 2005, 22:22
Località: mamma di un angioletto (nov '01) e di due diavoletti (dic '02, giu '05)

Messaggio da novenovembre » 3 febbraio 2006, 14:18

In salotto, vicino alle foto di Lorenzo e Vittoria, i miei bimbi, c'è anche quella di Niccolò, il mio primo figlio che se nè andato quando aveva solo 10 giorni. Per Lorenzo, che ha tre anni, è una cosa normale vederlo; sa che è il suo fratellino, sa chè ora è un angioletto ma non sa perchè. E' troppo piccolo per capire......la nonna gli ha insegnato che sta appoggiato alla sua spalla per proteggerlo e che fa la faccia brutta quando lui fa i capricci.....ma lui sa soltanto dire "...ma non cade se corro veloce?".
Non so se e quando spiegherò ai miei figli cosa è accaduto. A volte penso che non lo farò mai, perchè non voglio fargli carico di un dolore che non appartiene a loro, e perchè implicherebbe la nascita di molto rancore nei confronti di persone, molto vicine a noi, responsabili di ciò che è successo.
Lorenzo indicando se stesso e la sorellina, che ha sette mesi, mi dice spesso:" tu sei la mamma di questi due bambini?" si, rispondo io, e anche di Niccolò....lui annuisce ma non mi sembra molto convinto
Mamma di un angioletto (nov.'01) e di due diavoletti (dic.'02 e giu.'05)

Avatar utente
sakuranohanawa
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 418
Iscritto il: 13 gennaio 2004, 22:02

Messaggio da sakuranohanawa » 10 febbraio 2006, 0:48

io vorrei raccontare ai miei figli del fratellino che non è riuscito a nascere: voglio che sappiano di avere un angelo in cielo, ed egoisticamente voglio che il ricordo del mio piccolo bimbo viva anche dopo di me.
Lo farò quando il mio cuore sarà pronto, e allora troverò le parole giuste

elstefra
Mollista Esperta
Mollista Esperta
Messaggi: 921
Iscritto il: 13 gennaio 2006, 15:04
Località: MilanoDonnetta Nr.191sms 19

Messaggio da elstefra » 21 febbraio 2006, 15:02

l'ho letto solo ora e quindi racconto la mia esperienza diretta.Steven è nato un anno dopo il mio angelo, fin da piccolo è sempre venuto con me al cimitero e la cosa è sempre stata quasi normale , all'etaà di quasi 2 anni ha cominciato a farmi domande.spesso mi chiede quando andiamo al cimitero dalla cucciola, sa che è sua sorella, dice che gli manca, verso i 3 anni gli ho spiegato che è un angioletto su in cielo ma sempre vicino a noi.Steven è sereno periodicamente mi chiede di portarlo con me (cerco di andare da sola se riesco)fa disegni per lei, gli portaqualche regalino da casa , è molto sereno in tutto ciò , quando mi vede piangere mi dice mamma non piangere la cucciola è in cielo ma sempre vicino a noi ,e mi abbraccia forte.Steven è meraviglioso anche se spesso mi sento un pò in colpa verso di lui, ma d'altronde è
giusto parlare con tranquillità ai nostri bimbi, i nostri angeli sono parte di noi.Quando gli ho letto una storia di natale, che parlava degli angeli che aiutano Babbo natale a distribuire biscotti,+regali , mi ha detto orgoglioso-anche la mia sorellina è lassù con gli angeli vero mamma?
questo è cio che penso ma ovviamente ognuno è libero di fare come meglio crede. :abbr: tutte voi

Rispondi

Torna a “Forum degli Angeli”