Dsa e vita pratica (no scuola)

Un luogo dove parlare di dislessia, discalculia, disgrafia, disortografia e in generale delle difficoltà d'apprendimento.

Moderatori: Team_M, Lora

Rispondi
colombia67
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 9672
Iscritto il: 16 agosto 2012, 0:01

Dsa e vita pratica (no scuola)

Messaggio da colombia67 » 7 marzo 2018, 18:38

Ma il dsa impatta nella vita pratica extra scolastica dei vostri figli? Io noto delle difficoltà che vanno oltre alla normale distrazione (io ad es sono molto distratta...).
Esempi banali: gestione del portafoglio: non riesce a tenerlo sempre nello stesso posto e, tornato a casa, metterlo nel medesimo posto in modo da ritrovarlo ogni volta che deve uscire...e quindi ogni momento sembra di avere perso il portafoglio che poi viene ritrovato nei posti più impensati
Gestione auricolari/AirPods: anche qui li usa per andare a scuola o quando si allena, ma non riesce ad avere una routine di dove metterli dopo averli usati quindi anche questi vengono persi e poi ritrovati o, alcune volte, persi definitivamente es auricolari con il filo comprati 3 gg fa e spariti (io spero sempre che saltino fuori tra qualche giorno)
Gestione compiti: a causa di un nuovo registro elettronico osceno che non mostra tutti i compiti insieme in ordine cronologico, ma in base a dove li scrivono i prof (alcuni nel giorno in cui vengono assegnati, altri nel giorno in cui vanno fatti) lui non riesce a capire cosa deve fare e per quando per cui glielo devo scrivere su un foglio in ordine cronologico
Gestione degli accadimenti: non è in grado di pianificare le sue gare es La frase “hai la gara il we del 24/25 marzo” a lui non significa nulla perché non riesce a calcolare che, questa gara, sara’ tra due we.
Gestione dei soldi: non è in grado di calcolare ne’ controllare il resto, ma usa molto il bancomat e quindi si ovvia a questa difficoltà

I vostri come sono messi?

Avatar utente
chiccabum
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 9727
Iscritto il: 27 febbraio 2003, 18:57
Località: Mamma di Topino04 e Pulcino07

Re: Dsa e vita pratica (no scuola)

Messaggio da chiccabum » 7 marzo 2018, 18:56

Il topo è di un disordine invalidante. Perde(va) di tutto.
Ma anch'io ho difficoltà a mettere in ordine secondo una routine. E poi quindi impazzisco
Forever is made of Nows (E.Dickinson)
Non sono d'accordo con ciò che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo (G.Tallentyre)

colombia67
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 9672
Iscritto il: 16 agosto 2012, 0:01

Re: Dsa e vita pratica (no scuola)

Messaggio da colombia67 » 7 marzo 2018, 19:14

Anche io, tendenzialmente, sarei così però riesco a mettere in atto delle routine che mi aiutano es entro in casa e metto borsa e chiavi in un certo posto.
Uso l’agenda e mi scrivo tutto, spesso mi mando messaggi in modo da vedere le cose sul telefono...
Lui però è come se, spesso, dimenticasse quello che utilizza e quello che lo circonda...
Non ha assolutamente la percezione del tempo che scorre, della pianificazione degli eventi futuri, mi chiede mille volte quando è la gara x perché non riesce a mettersi in testa le date, non ha idea di quando sia Pasqua o cose simili...

Vorrei trovare suggerimenti per aiutarlo a gestire queste cose pratiche che, un domani che vivrà da solo, dovrà fare lui....

Avatar utente
alexp
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 5346
Iscritto il: 6 febbraio 2004, 19:44
Località: Bì 20+Rò 18+Lelù 10=ho 48 anni!Quando una casa è trasparente, anche le stelle partecipano alla festa

Re: Dsa e vita pratica (no scuola)

Messaggio da alexp » 7 marzo 2018, 20:12

gestione del portafoglio: uguale uguale, l'ultimo perso per sempre come 3 settimane fa :( (niente soldi ma tutti i documenti!)
Ora proveremo con portafoglio con catenella e moschettone (che a me medesima ha risolto la vita, da 17 anni non mi è più capitato di perderlo dopo l'ultima volta che mi è costata salatissima)
Gestione auricolari/ e io aggiungo cuffie: Ho perso il conto fra perse e rotte, non è servito fargliele pagare coi suoi soldi
OCCHIALI: in 14 anni fra persi e rotti almeno 17 paia, l'ultimo perso dopo 10 giorni dall'acquisto li ho ricomprati prelevando dal suo libretto
Gestione compiti: fino a che li ha fatti SEMPRE SEMPRE dovevo cercarli sul registro elettronico o telefonare ai compagni, gli preparavo l'elenco e comunque raramente riusciva a farli da solo, io ero preposta alla preparazione delle mappe
Gestione degli accadimenti: non pervenuta :lol: Il cellulare lo guarda solo per Whatsup, giocare, youtube, finire in 2 giorni 600 minuti di chiamate, agenda chi era costei?
Gestione soldi: mani bucate
Però in motorino è abbastanza attento e prudente (a parte una bravata che ha pagato con sequestro genitoriale del mezzo :evil: ), se decide di mettere in ordine la sua stanza non è terribilissima la modalità di riordino, ha una manualità pazzesca e ripara/monta/smonta quasi ogni cosa, ora sta facendo il corso di bagnino e non va per niente male, è un ottimo ballerino e ogni tanto lo chiamano per fare il portiere :uaz: a calcetto
Noi speriamo che ce la caviamo :giu:
ImmagineImmagine
Oui, mon corps est moi-même, et j'en veux prendre soin.
Guenille si l'on veut; ma guenille m'est chère.

Molière

colombia67
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 9672
Iscritto il: 16 agosto 2012, 0:01

Re: Dsa e vita pratica (no scuola)

Messaggio da colombia67 » 8 marzo 2018, 1:13

Alexp: mi consolo...il mio, manualità zero, perché ha anche difficoltà nella motricità fine...motorino sono contraria quindi non pervenuto, usa la bicicletta ed ha la catena con la combinazione altrimenti la chiave l’avrebbe persa mille volte.
Le chiavi di casa non le ha mai perse, ma solo per il banale motivo che non le usa e le lascia nello zaino: per entrare in casa entra dal garage dove basta inserire una combinazione numerica che ha imparato perché banalissima e quando esce la sera noi poi siamo sempre in casa...
Occhiali non pervenuti se non quelli da sole che usa solo d’estate quindi rischio perdita limitata...
Quando andava alle gare di sci con la squadra era un incubo cercare di non perdere guanti, maschera, casco, scalda collo....idem quando faceva calcio non ho idea di quanti parastinchi avesse perso o calze o altro...
Stamattina non trovava il portafoglio, poi è uscito senza e solo con alcune monete per comprare il biglietto della metro...ebbene lui aveva anche cercato il portafoglio in tanti posti, tranne in quello più scontato ossia nel giubbotto indossato il giorno prima, dove infatti l’ho ritrovato subito stasera perché è stato il primo posto 8n cui ho guardato, ovviamente a lui non era venuto in mente....

Avatar utente
ludo68
Mollista Espertissima
Mollista Espertissima
Messaggi: 31001
Iscritto il: 18 aprile 2003, 23:11
Località: mamma di un bambino e di una bambina

Re: Dsa e vita pratica (no scuola)

Messaggio da ludo68 » 8 marzo 2018, 10:57

Inutile dire che la figlia non è per nulla così, mentre il figlio abbastanza (anche se non così marcato).
Sulla gestione e percezione del tempo, il collocarsi in una data .. data, io pure ho qualche difficoltà: ho un lavoro con scadenze temporali precise e le mie belle difficoltà e quando mi dettano una data (la tal cosa rinviata alla tal data) ci metto sempre un po' a capire in che periodo dell'anno siamo (se prima o dopo Natale, se prima o dopo l'estate). Curioso.

Lora
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 26277
Iscritto il: 15 maggio 2002, 10:51
Località: SMS n.12 - Molsaura

Re: Dsa e vita pratica (no scuola)

Messaggio da Lora » 8 marzo 2018, 14:32

di sicuro una difficoltà concreta nel dare un valore oggettivo al tempo. Sia quando è successa una cosa, o quanto tempo serve per fare qualcosa, o fare qualcosa tra un certo tempo.

Sugli oggetti non ci sono grossi problemi. Sa gestirsi il cellulare (in pratica è un quinto arto, difficile perderlo). Il portafogli lo mette sempre nello stesso posto (tipicamente in bagno, ma va bene se lui sa che è lì).
Quello che ho fatto nel tempo è creare spazi appositi dove potesse riconoscere "cosa è dove". Che so, una scatola rossa sul tavolino dove mettere cavetti e cuffiette. Un cestino verde sul mobile della cucina dove mettere foglietti, appuntini vari, bigliettini, ecc. Una cesta dove inserire tutto quello che non ha un posto preciso.
In generale su queste cose è abbastanza preciso. Temevo per le lenti a contatto, invece se le gestisce.
La sua camera invece è perennemente in uno stato pietoso. Armadio e cassetti sempre aperti (per sua precisa decisione). Poi però tiene maniacalmente le matite in ordine di misura.
Con i soldi non ha mai avuto problemi.
Per la scuola l'organizzazione generale è su materie e non sui compiti. Nel senso che in linea di massima ogni giorno affronta una o due materie, quindi fa quel che c'è da fare a prescindere dal per quando. Avevamo impostato un'organizzazione che prevede prendere in mano subito le materie fatte la mattina (e quindi anche i compiti assegnati) e poi un'altra materia per giorno da approfondire, di studio (non che segua sempre puntualmente questo schema, ma come impostazione generale gli è rimasta e funziona abbastanza). Usa il registro (sezione "argomenti svolti a lezione") per tenere aggiornata una lista con gli argomenti da affrontare. Man mano poi spunta. Non tutti segnano i compiti, alcuni non li assegnano proprio, lui non usa il diario, quindi per lo più se li tiene a memoria.
Invece c'è da ridere se si organizza un viaggio, con orari, tempi di percorrenza, ecc. Un disastro.
Difficilmente se sta facendo qualcosa riesce a interrompersi per farne temporaneamente un'altra.

Invece tremavo quando parlava di fare la patente per il motorino, non sono molto fiduciosa della sua capacità di considerare tante varianti insieme, quando si guida. Anche se, per contro, è scaltrissimo in tante altre cose, tanto intuito e acume che lo aiutano a trovare soluzioni spesso un po' troppo creative ma efficaci.

colombia67
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 9672
Iscritto il: 16 agosto 2012, 0:01

Re: Dsa e vita pratica (no scuola)

Messaggio da colombia67 » 8 marzo 2018, 15:02

Ecco Lora anche io ho provato la tecnica di individuare un posto per gli AirPods (in salotto appena si entra in casa dove ci sono i carica batteria), la scrivania dove mettere il portafoglio e così via però vedo che proprio non riesce ad automatizzare queste routine banali...per cui siamo sempre alla ricerca di tali oggetti...no problem per il cellulare perché non lo molla mai...tranne per gli allenamenti...
Sull’orgsnizzare viaggi da solo con orari non lo ha ancora mai dovuto fare, ma prevedo difficoltà visto che non ha l’automatismo di capire a che ora corrisponde l’orario 17.55 o 15.40....e ci deve pensare e spesso si confonde....
Sull’andare in giro da solo è molto sveglio, ha volato per la Scozia da solo a 15 anni e se la è cavata bene anche con il ritiro bagagli ed altro, idem per girare a Milano con autobus, tram e metro senza avere fatto alcuna prova....

Cristina2
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 5446
Iscritto il: 29 maggio 2017, 13:18

Re: Dsa e vita pratica (no scuola)

Messaggio da Cristina2 » 8 marzo 2018, 15:06

Il mio dsa invece non ha problemi nella vita pratica tranne un poco nella localizzazione del tempo (prima o dopo qualcosa) ma in modo molto limitato.
Ha perso qualcosa (guanti da sci, orologio, teli e costumi in piscina) ma niente di clamoroso. Diciamo in linea con il rincoglionimento dell'età (12) se vedo le chat dei genitori con i mille "qualcuno ha trovato....?"
Su telefono, chiavi, cuffiette, soldi è quasi maniacale. Diciamo che io e lui ci contendiamo la palma di precisi della famiglia Immagine Immagine Immagine

I suoi quaderni e libri di scuola fanno vomito invece. Sono prossimi alla distruzione. Il suo armadio è un incubo ed il suo concetto di riordino della stanza piuttosto opinabile. Farei rientrare nel dsa solo i quaderni.

Pur essendo disgrafico ha una manualità fine pazzesca. Monta, smonta, avvita, ripara. È il nostro Manny aggiusta tutto.

Adesso per dire è in fissa con i mini Lego (hanno un altro nome ma non me lo ricordo) che hanno pezzettini grossi un terzo di una unghia (alcuni pezzi vanno montati con le pinzette....)

Sent from my SM-G935F using Mammeonline mobile app

Lora
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 26277
Iscritto il: 15 maggio 2002, 10:51
Località: SMS n.12 - Molsaura

Re: Dsa e vita pratica (no scuola)

Messaggio da Lora » 8 marzo 2018, 16:42

colombia67 ha scritto:Ecco Lora anche io ho provato la tecnica di individuare un posto per gli AirPods (in salotto appena si entra in casa dove ci sono i carica batteria), la scrivania dove mettere il portafoglio e così via però vedo che proprio non riesce ad automatizzare queste routine banali...per cui siamo sempre alla ricerca di tali oggetti...
eeehhh ma devono essere "sul percorso" :lol:

cioè, non ci deve andare apposta (tipo, appena entro in casa vado in camera e poso il portafogli). Se andare in camera è la prima cosa che fa, serve appunto un "punto di richiamo" che gli dica "metti qui il portafogli".

colombia67
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 9672
Iscritto il: 16 agosto 2012, 0:01

Re: Dsa e vita pratica (no scuola)

Messaggio da colombia67 » 8 marzo 2018, 17:16

Infatti, gli AirPods dovrebbero andare all’ingresso dove ci deve per forza passare quando entra in casa ed il portafoglio in camera perché ci va per lasciare giubbotto e zaino....nonostante ciò il portafoglio rimane nelle varie tasche o casca in giro quando si cambia....
Ah ah ah

Rispondi

Torna a “DSA e DDA - Disturbi specifici e difficoltà d'apprendimento”