L'angolo del veterinario ;))))

Cani, gatti, canarini, cricetini... le famiglie spesso accolgono molti animali tra le mura di casa o i giardini.

Moderatore: Team_M

Avatar utente
lillybu
Mollista Junior
Mollista Junior
Messaggi: 125
Iscritto il: 22 agosto 2006, 9:57
Località: Matilde, 25/05/2007!!!!!!!Allattona n° 142

Messaggio da lillybu » 13 febbraio 2007, 13:28

Buongiorno Syd, ho un consiglio da chiedere: tra poco cambierò casa e i miei quattro adorati gatti, ovviamente, mi seguiranno... Sono 2 maschi di 5 anni e due femmine, di 6 e 13 anni, tutti sterilizzati; l'abitazione dove li trasferirò è un po' diversa da quella attuale, anche se è sempre in campagna: adesso abitiamo con i miei, dopo avremo due diverse abitazioni, anche se adiacenti...
La strada vicino cui sorge la casa è un po' più trafficata della attuale, anche se davanti c'è un giardino bello grande... Ci sono degli accorgimenti da adottare per fare in modo che il trasferimento dei mici sia il meno traumatico e il più sicuro possibile?
Grazie, Elisa.



pulcina
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 5738
Iscritto il: 27 maggio 2002, 18:53
Località: ROMA - mamma di Arianna 14/5/01

Messaggio da pulcina » 18 febbraio 2007, 10:08

buogiorno Syd,
sono ormai + di tre settimana che la mia micia combatte con una brutta congiuntivite (diagnosticata dal veterianrio) dopo cortisone (deltacortene) antibiotico per via orale (ronaxan 20) e colbiocin pomata in loco, ancora la micia, pur migliorando moltissimo, ha un occhio che sempra + piccolo dell'altro (sembra che lo tenga meno aperto).
Ci siamo preoccupati perchè di solito le congiuntiviti della micia (che si avvia per i 13 anni) sono sempre passate con il colbiocin in pochissimi giorni, stavolta invece stiamo faticando da 3 settimane.... Potrebbe essere un sintomo associato a qualcos'altro??

Grazie

Avatar utente
syd
Veterinario
Messaggi: 128
Iscritto il: 24 ottobre 2002, 19:44
Località: varde-DANIMARCA
Contatta:

Messaggio da syd » 23 febbraio 2007, 10:09

pulcina ha scritto:buogiorno Syd,
sono ormai + di tre settimana che la mia micia combatte con una brutta congiuntivite (diagnosticata dal veterianrio) dopo cortisone (deltacortene) antibiotico per via orale (ronaxan 20) e colbiocin pomata in loco, ancora la micia, pur migliorando moltissimo, ha un occhio che sempra + piccolo dell'altro (sembra che lo tenga meno aperto).
Ci siamo preoccupati perchè di solito le congiuntiviti della micia (che si avvia per i 13 anni) sono sempre passate con il colbiocin in pochissimi giorni, stavolta invece stiamo faticando da 3 settimane.... Potrebbe essere un sintomo associato a qualcos'altro??

Grazie
Le congiuntiviti del gatto possono essere di natura virale(Calicivirus sopratutto) , di origine batterica in modo specifico la "Clamydia ", molto raramente di origine micotica. Dalle poche informazioni che mi hai dato presumo che si tratti di una forma cronica (visto che tu dici di averla trattata anche in passato).Le forme croniche in genere sono spesso + refrattarie ai trattamenti, se consideri che il sistema immunitario a 13 anni non è superefficacie.... Non credo che però la congiuntivite che descrivi sia un fenomeno collaterale di altra patologia(naturalmente non posso escluderlo da qui).Penso piuttosto al risultato di una forma virale che , anche se cronica, tende di tanto in tanto a riacutizzarsi e a complicarsi con germi di eruzione secondaria come spesso capita nei gatti, specie in quelli che non vengono immunizzati anno per anno , Insisti con le terapie e fatti prescrivere antibiotici diversi da quelli utilizzati in passato, (anche i germi di infezione secondaria possono diventare resistenti)
and if the band you're in starts playing different tunes I'll see you on the dark side of the moon

Avatar utente
Aghidipino
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 1218
Iscritto il: 27 maggio 2002, 19:29

Messaggio da Aghidipino » 5 marzo 2007, 9:59

Salve,ho un cagnolone maschio di 9 mesi e sono indecisa se farlo sterilizzare o meno.
Nei dintorni di casa mia ci sono delle femmine ed ho il terrore che,con la maturità sessuale,tenti la fuga o soffra inutilmente,visto che non vorrei farlo accoppiare.
Caro Syd,tu che mi consigli??
Eppure non mi dà riposo
sapere che in uno o in due noi siamo una sola cosa.
(Eugenio Montale)

Avatar utente
syd
Veterinario
Messaggi: 128
Iscritto il: 24 ottobre 2002, 19:44
Località: varde-DANIMARCA
Contatta:

Messaggio da syd » 8 marzo 2007, 15:06

Aghidipino ha scritto:Salve,ho un cagnolone maschio di 9 mesi e sono indecisa se farlo sterilizzare o meno.
Nei dintorni di casa mia ci sono delle femmine ed ho il terrore che,con la maturità sessuale,tenti la fuga o soffra inutilmente,visto che non vorrei farlo accoppiare.
Caro Syd,tu che mi consigli??
Se è come tu dici forse castralo è la soluzione migliore,( cosí almeno non soffrirá per quello che non conosce). La castrazione dei cani maschi ha un unico inconveniente, e cioè che dopo l `intervento tendono ad..ingrassare un po. Per questo dopo averlo fatto operare ricordati di farglia fare tanto movimento tutti i giorni e di fare un pochino attenzione alla dieta.
and if the band you're in starts playing different tunes I'll see you on the dark side of the moon

Avatar utente
Aghidipino
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 1218
Iscritto il: 27 maggio 2002, 19:29

Messaggio da Aghidipino » 8 marzo 2007, 20:39

syd ha scritto:
Aghidipino ha scritto:Salve,ho un cagnolone maschio di 9 mesi e sono indecisa se farlo sterilizzare o meno.
Nei dintorni di casa mia ci sono delle femmine ed ho il terrore che,con la maturità sessuale,tenti la fuga o soffra inutilmente,visto che non vorrei farlo accoppiare.
Caro Syd,tu che mi consigli??
Se è come tu dici forse castralo è la soluzione migliore,( cosí almeno non soffrirá per quello che non conosce). La castrazione dei cani maschi ha un unico inconveniente, e cioè che dopo l `intervento tendono ad..ingrassare un po. Per questo dopo averlo fatto operare ricordati di farglia fare tanto movimento tutti i giorni e di fare un pochino attenzione alla dieta.
Grazie,Syd!Ciò che mi preme di + è sapere se il cane sentirà affievolito l'istinto di fuga.Il nostro cagnone è molto fedele,ma son già due o tre volte che se trova il cancello aperto parte come un razzo.
Eppure non mi dà riposo
sapere che in uno o in due noi siamo una sola cosa.
(Eugenio Montale)

Avatar utente
syd
Veterinario
Messaggi: 128
Iscritto il: 24 ottobre 2002, 19:44
Località: varde-DANIMARCA
Contatta:

Messaggio da syd » 9 marzo 2007, 18:17

CARA AGHIDIPINO se le fuge sono legate direttamente o indirettamente all`appetito sessuale allora sicuramente otterrai risultati ottimi con la castrazione, ma se al cane "piace" scappare (spesso alcune razze in modo particolare Samoyedo, amano ...l ´avventura) semplicemente senza essere motivato da attrazione sessuale , difesa o marcatura del territorio allora non credo che la castrazione possa essere di aiuto
and if the band you're in starts playing different tunes I'll see you on the dark side of the moon

franci70
Mollista Primizia
Mollista Primizia
Messaggi: 62
Iscritto il: 3 giugno 2002, 14:45
Località: a casa di SILVIO IL MAGNIFICO che adoro!!

2 calori in 4 mesi

Messaggio da franci70 » 30 marzo 2007, 15:09

Salve Syd,volevo chiederle se secondo lei è normale che Gaia,pastore tedesco presa al canile a novembre,di eta' stimata sui 4 o 5 anni,abbia gia' avuto 2 calori,uno a dicembre e uno ai primi di marzo....
come mai?
pensavo di sterilizzarla...grazie ,franci70
orgogliosa di votare SILVIO e incredula di fronte agli italiani che votano prodi.Mail mondo è bello perchè è vario,anche se strano!!

Avatar utente
syd
Veterinario
Messaggi: 128
Iscritto il: 24 ottobre 2002, 19:44
Località: varde-DANIMARCA
Contatta:

Re: 2 calori in 4 mesi

Messaggio da syd » 4 aprile 2007, 16:35

franci70 ha scritto:Salve Syd,volevo chiederle se secondo lei è normale che Gaia,pastore tedesco presa al canile a novembre,di eta' stimata sui 4 o 5 anni,abbia gia' avuto 2 calori,uno a dicembre e uno ai primi di marzo....
come mai?
pensavo di sterilizzarla...grazie ,franci70

Prima di tutto devo dirti TI PREGO DAMMI DEL TU!!!!!!!!!! è vero che sono sopra i 40, ma mi fai sentire ancora + vecchio così!!1
`Circa il cane... i calori ravvicinati potrebbero anche essere un episodio normale, ma potrebbero anche essere sintomi di cisti ovariche, se hai deciso per la sterilizzazione allora il problema comunque si risolve , perchè oltre all`utero vengono asportate anche le ovarie e, a mio parere, è sicuramente la cosa + razionale da fare a meno che tu non voglia avere delle cucciolate. Ciao e buona Pasqua!!
and if the band you're in starts playing different tunes I'll see you on the dark side of the moon

franci70
Mollista Primizia
Mollista Primizia
Messaggi: 62
Iscritto il: 3 giugno 2002, 14:45
Località: a casa di SILVIO IL MAGNIFICO che adoro!!

Re: 2 calori in 4 mesi

Messaggio da franci70 » 5 aprile 2007, 14:26

Grazie Syd,seguiro' il TUO consiglio e la faro' sterilizzare anche perchè il calore provoca scompiglio tra i cani maschi dei vicini.
inoltre mi sarebbe piaciuto farle fare una cucciolata,ma poi ho pensato a quanti cani bisognosi di famiglia gia' ci sono e mi è passata la poesia!!:) buona pasqua,di cuore,Franci.
orgogliosa di votare SILVIO e incredula di fronte agli italiani che votano prodi.Mail mondo è bello perchè è vario,anche se strano!!

Avatar utente
AP
Mollista Nuovissima
Mollista Nuovissima
Messaggi: 29
Iscritto il: 16 agosto 2004, 10:47
Località: Mamma di Tommaso (13/06/'04) e di Livia (19/02/'06)

Messaggio da AP » 30 giugno 2007, 14:21

Buongiorno Syd. Avrei un problema da sottoporti, in merito al quale ho trovato pareri discordanti. Ho due cani: un pastore tedesco femmina, Luna, di circa 6-7 anni (l'età è incerta perché è una trovatella e i veterinari non sono stati concordi sulla data di nascita) e un meticcio di taglia media, Rocco, di circa cinque anni (come sopra). Entrambi sono sterilizzati e sono alimentati con mangime secco di media qualità ed entrambi sono dediti alla coprofagia. Di giorno sono liberi di muoversi in giardino, che è molto grande (poco meno di un ettaro), mentre di notte dormono in garage. Prima della nascita dei bambini li portavo spesso a passeggio, ora, invece, solo raramente riusciamo a fare qualche camminata nella campagna intorno casa. So che la soluzione ideale sarebbe eliminare gli escrementi in modo che non possano mangiarli, ma il giardino è grande e il mio tempo è veramente poco. Inoltre, soprattutto per la pastora, l'ingestione avviene subito dopo la defecazione e non sempre sono presente per bloccarla. Li svermino regolarmente, ma immagino che sia del tutto inutile se poi loro si cibano degli escrementi. La pastora è molto vorace e se non sto attenta con le dosi tende ad ingrassare; il maschio invece è molto magro e rischia di saltare i pasti perché la femmina è sempre in agguato. Io ho l'impressione che per loro gli escrementi siano una prelibatezza: hanno perfino mangiato la cacca di mio figlio quando lui in un'occasione si è liberato in giardino! Posso aggiungere che, oltre alle crocchette, non si fanno scrupoli a mangiare i piccoli mammiferi che riescono a catturare (soprattutto uccellini, ma anche talpe e lucertole) e credo che mangino anche le lumache. Li ho trovati perfino con dei topi in bocca (spero fossero arvicole, ma almeno in un caso temo che si trattasse di un ratto). Il quadro credo che sia completo e quello che più mi preme sapere è se questo comportamento possa essere attribuito a qualche carenza nell'alimentazione.
Un secondo quesito che vorrei porti molto più sinteticamente riguarda la pulizia dei denti: la femmina in particolare sembra avere molta placca e non so se sia opportuno procedere a una pulizia dal veterinario sotto sedativo oppure farle masticare qualcosa che possa servire allo scopo.
Scusami per la lunghezza e grazie in anticipo.
Alba
P.S. Noto solo ora che non ci sono nuovi post da molto tempo; forse dovrei postare in qualche altra sezione?

Avatar utente
syd
Veterinario
Messaggi: 128
Iscritto il: 24 ottobre 2002, 19:44
Località: varde-DANIMARCA
Contatta:

Messaggio da syd » 30 luglio 2007, 16:54

AP ha scritto:Buongiorno Syd. Avrei un problema da sottoporti, in merito al quale ho trovato pareri discordanti. Ho due cani: un pastore tedesco femmina, Luna, di circa 6-7 anni (l'età è incerta perché è una trovatella e i veterinari non sono stati concordi sulla data di nascita) e un meticcio di taglia media, Rocco, di circa cinque anni (come sopra). Entrambi sono sterilizzati e sono alimentati con mangime secco di media qualità ed entrambi sono dediti alla coprofagia. Di giorno sono liberi di muoversi in giardino, che è molto grande (poco meno di un ettaro), mentre di notte dormono in garage. Prima della nascita dei bambini li portavo spesso a passeggio, ora, invece, solo raramente riusciamo a fare qualche camminata nella campagna intorno casa. So che la soluzione ideale sarebbe eliminare gli escrementi in modo che non possano mangiarli, ma il giardino è grande e il mio tempo è veramente poco. Inoltre, soprattutto per la pastora, l'ingestione avviene subito dopo la defecazione e non sempre sono presente per bloccarla. Li svermino regolarmente, ma immagino che sia del tutto inutile se poi loro si cibano degli escrementi. La pastora è molto vorace e se non sto attenta con le dosi tende ad ingrassare; il maschio invece è molto magro e rischia di saltare i pasti perché la femmina è sempre in agguato. Io ho l'impressione che per loro gli escrementi siano una prelibatezza: hanno perfino mangiato la cacca di mio figlio quando lui in un'occasione si è liberato in giardino! Posso aggiungere che, oltre alle crocchette, non si fanno scrupoli a mangiare i piccoli mammiferi che riescono a catturare (soprattutto uccellini, ma anche talpe e lucertole) e credo che mangino anche le lumache. Li ho trovati perfino con dei topi in bocca (spero fossero arvicole, ma almeno in un caso temo che si trattasse di un ratto). Il quadro credo che sia completo e quello che più mi preme sapere è se questo comportamento possa essere attribuito a qualche carenza nell'alimentazione.
Un secondo quesito che vorrei porti molto più sinteticamente riguarda la pulizia dei denti: la femmina in particolare sembra avere molta placca e non so se sia opportuno procedere a una pulizia dal veterinario sotto sedativo oppure farle masticare qualcosa che possa servire allo scopo.
Scusami per la lunghezza e grazie in anticipo.
Alba
P.S. Noto solo ora che non ci sono nuovi post da molto tempo; forse dovrei postare in qualche altra sezione?
Scusa L´enorme ritardo, ma sono stato in ferie e non ho potuto connettermi. Vorrei volerti dire che la coprofagia (mangiare le feci) sia dovuta ad una carenza, ma la mia esperienza mi dice che spesso alcuni cani mangiano le propie feci semplicemente per abitudine. Una volta mi riuscì di constatare che un certo tipo di mangime secco aveva degli aromatizzanti che operavano ancora il loro effetto anche nelle feci, per cui il cane era atratto dall`"aroma" che persisteva negli escrementi. Fu sufficiente cambiare mangime, non mi illudo che possa essere cosi facile anche nel tuo caso, ma puoi provare......
Sopratutto i cani di piccola taglia producono molto tartaro sui denti e... L´unico rimedio è far operare una detartrasi con gli ultrasuoni dal tuo veterinario. La detartrasi va fatta circa una volta all`anno. Come prevenzione puoi somministrare di tanto in tanto mangimi speciali P.D t/d o simili che riducono la placca, oppure puoi spazzolare i loro denti con spazzolino e dentifricio per cani almeno una volta ogni 3 giorni.
and if the band you're in starts playing different tunes I'll see you on the dark side of the moon

Avatar utente
Kalinka67
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 1509
Iscritto il: 22 ottobre 2002, 15:06
Località: CarlottaAstrid 3/4/00, BenedettaLiv 11/6/03. PSO16, CDG29, CMU26, Donnetta158, CdF35 R.A.B.

Messaggio da Kalinka67 » 10 settembre 2007, 13:02

Syd o Lilo: ho una domandona. Il nostro cane Macchia (di cui ho narrato qualche post fa) è stato preso in canile ad aprile, dove abitava da 6 mesi, ma prima era stato almeno 3 anni chissà dove. Quello che è certo è che lo picchiavano con un bastone: ha paura delle cose a forma di bastone, dei sacchi e sacchetti, asciugamani, etc: io sospetto che lo pestassero dopo averlo messo in un sacco... non lo dico alle mie bambine perché sarebbero scioccate, che già una piange ogni tanto quando fa le coccole al cane perché pensa agli anni che ha passato col padrone cattivo e come lo ha trattato.
La mia domanda è: è possibile che a furia di prender botte (hai tante cicatrici e zoppica ogni tanto) gli sia aumentato il bisogno di sonno? Dorme tantissimo, proprio gli si chiudono gli occhi spesso, si acciambella e dorme. Sempre per lo stesso motivo, è possibile che abbia un olfatto scarso? Non che mi importi, ma giusto per sapere fino a che punto possono arrivare i danni fisici a causa delle botte prese.

Avatar utente
SUSHAN
Mollista Esperta
Mollista Esperta
Messaggi: 705
Iscritto il: 7 dicembre 2004, 9:35
Località: VENEZIA zia di 3 urukai (Alex,Julian,Giovanni)

Re: L

Messaggio da SUSHAN » 8 novembre 2007, 17:28

La mia micia di 17 anni soffre di tosse invece di darle un sciroppo a base di cortisone esiste qualcosa di piùleggero ma anche efficace???attendo risposta grazie

pulcina
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 5738
Iscritto il: 27 maggio 2002, 18:53
Località: ROMA - mamma di Arianna 14/5/01

Re: L

Messaggio da pulcina » 4 marzo 2008, 18:36

Ciao Syd
ho notato che la mia micia persiana (14 anni il prox maggio) da qualche tempo beve l'acqua che le metto sempre nella ciotola, pur mangiando l'umido. Non l'ha mai fatto (solo quando mangiava esclusivamente croccantini)
Lei ora mangia solo cibo per gatti senior, credi che sia il caso di passare all'alimentazione per gatti con insufficienza renale?
Grazie tante

Rispondi

Torna a “Amici pelosi”