Comportamento ed educazione

Cani, gatti, canarini, cricetini... le famiglie spesso accolgono molti animali tra le mura di casa o i giardini.

Moderatore: Team_M

Avatar utente
inima
Mollista Esperta
Mollista Esperta
Messaggi: 600
Iscritto il: 6 giugno 2004, 22:15
Località: Non si piange sulla propria storia, si cambia rotta. (Spinoza

Messaggio da inima » 4 novembre 2005, 22:06

la mia esperienza riguarda una gatta, magari non è la stessa cosa, però................
Piccina è stata la nostra unica "figlia" per molti anni.Dormiva con noi, viveva in totale simbiosi con quelli che considerava i suoi genitori:la trovammo piccolissima nel motore di un' automobile.
Quando 'adozione della prima figlia si concretizzò(ora ne abbiamo tre), eravamo abbastanza preoccupati, invece :love Piccina si comportò come.........il cane di Bianca:se la piccola piangeva correva ad annusarla,se io la sgridavo, si gonfiava e ci soffiava contro.
Insomma, quasi sempre, gli animali sono meglio delle persone.Ciao,Inima



miky2
Mollista Primizia
Mollista Primizia
Messaggi: 69
Iscritto il: 2 marzo 2006, 21:39
Località: mamma di Mattia (27.05.2007)

Messaggio da miky2 » 6 aprile 2006, 22:19

CIAO

lilo
Etologa
Etologa
Messaggi: 240
Iscritto il: 14 maggio 2003, 20:40
Località: Usago di Travesio (PN)
Contatta:

Messaggio da lilo » 10 aprile 2006, 17:06

Orpo..mi scuso per non aver risposto.
Come ha detto Carola, sono stata a lungo senza Internet.
Ora sono tornata e riesco a seguire il forum con più regolarità-
Temo che le vostre domande..siano cadute in prescrizione :-( dato il tempo trascorso.
Ora, se avete dei quesiti..sono qui :-)

Avatar utente
dany baby
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 3754
Iscritto il: 22 febbraio 2004, 15:56
Località: Tessera CAC n° 150 - Mamma felice di Valentina nata il 6/4/04 e di Ilaria 18/2/07
Contatta:

Messaggio da dany baby » 17 aprile 2006, 16:29

Ciao Lilo
Raccolgo il tuo gentile invito ed eccomi qui con un quesito :mrgreen:
I miei genitori hanno 2 cani, madre e figlio quest'ultimo arrivato a sorpresa (non si erano accorti che la cagnetta fosse incinta!) a settembre del 2004, è un cucciolo affettuosissimo, che è sempre vissuto in appartamento con la sua mamma, è vivace ed estremamente attivo.
I miei genitori sono in pensione e quindi i 2 canolini stanno soli solo qualche ora al pomeriggio quando mia mamma va a fare la baby sitter a dei vicini

Il "problema" (non un grosso problema, anzi i miei ci si sono ormai rassegnati) è che qualsiasi cosa gli capita a tiro la distrugge (compresi i giocattoli che mia figlia porta dalla nonna ;) ) si è masticato il filo del mause del computer, il cavo del collegamento internet le prese delle lampade (con conseguente rischio di essere fulminato!) mio padre lo sgrida con anche qualche sculacciata (per me inutili e poi disapprovo completamente) mia mamma gli lascia fare tutto oltretutto la cosa un pò mi preoccupa perchè quando la mia Vale sarà cresciuta piacerebbe anche a me avere un cucciolo ma vorrei capire se si possono evitare questi comportamenti distruttivi

Cosa si può fare per fargli capire che non deve mordere tutto? Non è un cane aggressivo, mia figlia 2enne gli mette anche le mani in bocca ma lui è buonissimo!

Ecco 2 fotine del distruttore da piccolo :love

appena nato
Immagine
a qualche mese
Immagine
Immagine

lilo
Etologa
Etologa
Messaggi: 240
Iscritto il: 14 maggio 2003, 20:40
Località: Usago di Travesio (PN)
Contatta:

Messaggio da lilo » 22 aprile 2006, 8:23

Ciao Dany Baby!
Innanzitutto grazie per le foto: sono bellissime :love
Per quanto riguarda la distruzione di oggetti, bisogna subito specificare che mai e poi mai esistono soluzioni estemporanee o consigli immediati per risolvere i problemi dei cani.

Occorre innanzitutto capire il perchè dei comportamenti, inidividuarne la causa e poi ..affrontare il problema attraverso un programma specifico.

Per quanto riguarda la distruzione di oggetti, questo è il problema più diffuso tra i cani "moderni" e le cause sono molteplici, dalla mancanza di stimoli all'ansia da separazione.
Occorre inanzitutto considerare che il cane era in origine un animale predatore e la caccia comporta l’elaborazione di una serie di strategie finalizzate alla cattura della preda
Con la domesticazione, le abilità psichiche del cane sono state affinate ed esaltate dalla selezione artifiale compiuta dall’uomo e il cane è diventato conduttore di greggi, guardiano, difensore della persone e via dicendo.
I cani di oggi sono invece impiegati sempre più di rado in attività che comportino l’utilizzo delle capacità mentali.
La conseguenza è che sempre più spesso i cani si annoiano, sono ipostimolati e, di conseguenza, più inclini a sviluppare problemi comportamentali.
In poche parole il cane, non ricevendo stimoli che impieghino le sue capacità mentali, si "autoattiva", si inventa degli stimoli e delle attività.
Se il proprietario poi sposta gli oggetti di suo interesse, il cane è ancora più stimolato, perchè si diverte a passar la giornata nella ricerca dell'oggetto che lo attiva mentalmente.

I cucciolo hanno inoltre la necessità di "masticare" oggetti per via della dentizione.

Se il cane distrugge gli oggetti quando è da solo, andrebbe indagato se il cane soffre di ansia da separazione.

Non avete pensato di rivolgervi ad un educatore cinofilo?
I risultati possono essere strabilianti e non lo dico solo perchè è..il mio lavoro, ma perchè la maggior parte dei proprietari non ha idea delle potenzialità del proprio cane e di quali risultati si possano raggiungere.
Se tuo padre dà pacche e sculacciate, deduco che le sue conoscenze di psicologia canina, andrebbero un po'..emh..riviste, più che altro perchè non credo che abbia compreso come ragionano i cani ;-)


Ti faccio comunque alcune domande:
1- quante volte al giorno il cucciolo viene portato fuori?
2- il cane gioca con i proprietari e che giochi vengono svolti?
3- il cane è impegnato in esercizi di educazione e di attivazione mentale?

Avatar utente
dany baby
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 3754
Iscritto il: 22 febbraio 2004, 15:56
Località: Tessera CAC n° 150 - Mamma felice di Valentina nata il 6/4/04 e di Ilaria 18/2/07
Contatta:

Messaggio da dany baby » 29 aprile 2006, 20:09

lilo ha scritto:Non avete pensato di rivolgervi ad un educatore cinofilo?
I risultati possono essere strabilianti e non lo dico solo perchè è..il mio lavoro, ma perchè la maggior parte dei proprietari non ha idea delle potenzialità del proprio cane e di quali risultati si possano raggiungere.
Se tuo padre dà pacche e sculacciate, deduco che le sue conoscenze di psicologia canina, andrebbero un po'..emh..riviste, più che altro perchè non credo che abbia compreso come ragionano i cani ;-)


Ti faccio comunque alcune domande:
1- quante volte al giorno il cucciolo viene portato fuori?
2- il cane gioca con i proprietari e che giochi vengono svolti?
3- il cane è impegnato in esercizi di educazione e di attivazione mentale?
Grazie per avermi risposto :D purtroppo mia papà pensa sempre di saperla lunga in quasi tutti i campi compreso il mondo degli animali, quindi non ritiene necessario andare da uno specialista :?

Di foto più recente qui non ne avevo, però il terremoto ora ha 2 anni e venendo alle domande:
-esce solo 1 volta al giorno, però fa un bel giro di 1 ora e passa con corse nei campi
- più che con i miei genitori gioca con la sua mamma e con mia figlia
- purtroppo no :?

magari mi sai consigliare anche un buon libro per cominciare a capire un pò come approcciarsi ai cuccioli a 4 zampe? Vorrei portarmi avanti per quando prenderò anch'io un cagnolino :D
Immagine

Avatar utente
aem
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 4709
Iscritto il: 18 febbraio 2006, 21:31
Località: mamma di 2 meravigliose pesti

Messaggio da aem » 9 maggio 2006, 13:36

Ciao lilo,

ho un problemino :***: con la mia cagnona Fiocco di 20 mesi, incrocio tra un maremmano e un labrador con noi da poco più di anno.
E' meravigliosa, nel senso che è dolcissima anche con i bambini (per ora solo nipoti e figli di amici) ma è terrorizzata dai temporali, tuoni e fuochi d'artificio.
Sembra impazzire, non diventa cattiva ma si vede che ha una paura terribile e nonostante il tranquillante che le ha prescritto il veterinario non ha nessun beneficio.
La mia paura è che possa farsi del male, perchè (è successo anche stamattina) in caso di tuoni scappa, salta la recinzione (già fatta alzare) e va in strada ...
Ci è stato anche consigliato quando tuona di stare con lei e di ridere per sdrammatizzare la cosa, ma anche questo non ha funzionato!!!
Sono disperata ... hai un consiglio da darmi?

Grazie
Alessandra
Alessandra

lilo
Etologa
Etologa
Messaggi: 240
Iscritto il: 14 maggio 2003, 20:40
Località: Usago di Travesio (PN)
Contatta:

Messaggio da lilo » 13 maggio 2006, 14:00

Dany Baby...ci sono tantissimi libri.
Sull'educazione ti dico un po' di autori (i titoli non li ho tutti a mente): Alexa Capra, Stanley Coren, Valeria Rossi, Dodman etc
Non c'è che l'imbarazzo della scelta.

Cara Aem,
purtroppo le fobie sono molto diffuse nel cane e nella stragrande maggioranza dei casi queste paure sono innate e non acquisite.
E' per questo che la "routine del buonumore"non fa miracoli.
Che farmaco ti ha prescritto il veterinario?
Considera che accanto alla terapia farmacologica deve SEMPRE essere affiancata la terapia comportamentale.
Nei cani con paure il mio programma si basa:
1. sui giochi e l'attivazione mentale: il cane viene stimolato ad attività che lo divertano, lo aiutino a scaricare lo stress e lo rendano più sicuro di sè
2. reimpostazione del ruolo del cane nella famiglia: se il proprietario aumenta la sua leadership, il cane si sente più sicuro di sè poichè ha un punto di riferimento più saldo
3. ignorare il cane quando è terrorizzato, lasciarlo in un luogo che lo rassicura, senza forzarlo
4. programma di desensibilizzazione sistematica (assuefazione) facendo ascoltare al cane le registrazioni dei suoni che lo spaventano (è un programma americano per comportamentisti, si chiama Scary sound) in modo graduale (occorre seguire un programma specifico)
5. in ultimo valutare la terapia farmacologica.
Comunque il cane non supera mai le paure al 100%.

Se fossi in te, mi rivolgerei ad un comportamentista.
In questi casi, io faccio anche solo un incontro (analisi comportamentale e consulenza) e poi dò il programma dettagliato da seguire a casa.

Avatar utente
aem
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 4709
Iscritto il: 18 febbraio 2006, 21:31
Località: mamma di 2 meravigliose pesti

Messaggio da aem » 15 maggio 2006, 14:54

Grazie lilo per il consiglio, che per il bene di fiocco, seguirò senz'altro!
Alessandra

lilo
Etologa
Etologa
Messaggi: 240
Iscritto il: 14 maggio 2003, 20:40
Località: Usago di Travesio (PN)
Contatta:

Messaggio da lilo » 15 maggio 2006, 16:15

Se vai da un comportamentista, sceglino uno serio e preparato.
Casomai fammi sapere, anche in mp.
Occhio: è pieno di improvvisati (senza laurea nè titoli) che chiedono un occhio e lavorano male :(

Avatar utente
ginagr
Mollista Esperta
Mollista Esperta
Messaggi: 727
Iscritto il: 7 giugno 2004, 12:06
Località: EVVIVA L'ESTATE

Messaggio da ginagr » 27 agosto 2007, 15:33

Ciao Lilo
Ti volevo chiedere un consiglio comportamentale del nostro cane
Meticcio di 6 anni di 27 chili
Premetto che è sempre un cane dolcissimo abituato in casa e molto coccolone
Sin da piccolo quando vede degli altri cani diventa agressivo
Non siamo quasi mai riusciti a portarlo fuori a guinzaglio per questo motivo
in tre occasioni ha morsicato mio genero e mio marito (1 volta mio genero lo stuzzicava la seconda volta mio marito cercava di calmarlo al passaggio di un cane e la terza volta non sappiamo come è stato perchè mio genero è rimasto scioccato e non si ricorda cosa facessero)
Il veterinario ci ha consigliato di castrarlo e così abbiamo fatto ma non vedo nessun cambiamento
Ti tengo a precisare che in casa da 1 anno abbiamo i due bimbi adottati
di 2 e 3 anni con la femmina sono in simbiosi con il maschio un po' meno
Cosa consigli di fare?
Conosci qualche buon educatore nella zona di Reggio E?
Si può cercare di modificare un po' il suo carattere anche se ha sei anni?
La persona di riferimento in casa è mia figlia
ginagr

lilo
Etologa
Etologa
Messaggi: 240
Iscritto il: 14 maggio 2003, 20:40
Località: Usago di Travesio (PN)
Contatta:

Messaggio da lilo » 27 agosto 2007, 21:51

Ciao Ginagr!
Il comportamento agonistico che porta quindi due maschi adulti a competere per stabilire la gerarchia ed eventualmente ad aggredirsi nel caso i comportamenti ritualizzati non siano sufficienti, rientrano nel comportamento normale del cane.
Alcuni cani sono molto amichevoli con i propri simili ed amano giocare, altri, soprattutto di alcune razze, tendono ad essere più rissosi.
Il cane andrebbe innanzitutto abituato a stare a contatto in particolare nei primi tre mesi della sua vita in modo che impari le competenze necessarie per integrarsi serenamente in un gruppo di simili.
Esistono cani ben socializzati che sono comunque molto competitivi, ma lo sono in modo prevedibile ed equilibrato (riconoscono i segnali di sottomissione, tendono a dominare e "mettere sotto" senza mordere).
Altri cani purtroppo non solo scattano come molle alla sola vista di altri cani (e ovviamente meno escono e più la situazione peggiora), ma addirittura possono manifestare una forma di aggressività detta "ridiretta" ossia quando il cane non può azzannare il cane, sentendosi frustrato, aggredisce chi gli capita a tiro.
Il carattere non si può modificare così come è molto difficile aiutare il cane nella socializzazione.
Alcune volte può essere utile l'amicizia con dei cani "socializzatori": nel mio centro la mia aussie aiuta i cani con problemi di comunicazione, se questi però non sono gravissimi e spesso succede poi che il cane sia adorabile con lei, ma identico con gli altri cani.
In genere con i miei clienti lavoro con un obiettivo specifico: lavorare sull'indifferenza del cane quando è al guinzaglio.
Si lavora sull'attenzione e la motivazione nei confronti del proprietario (usando il rinforzo positivo) in presenza di altri cani.
Per esperienza è un lavoro impossibile da fare come autodidatti.
Si rischia di innervosire il cane e di fare peggio.
Conosco alcuni centri della tua zona, ma non ho idea di come lavorino e non mi sento di consigliarti.
Non hai amici o conoscenti che hanno frequentato una buona scuola?
Hai chiesto al tuo vet un nominativo di un comportamentista qualificato oppure nel tuo negozio di animali di fiducia?

Avatar utente
ginagr
Mollista Esperta
Mollista Esperta
Messaggi: 727
Iscritto il: 7 giugno 2004, 12:06
Località: EVVIVA L'ESTATE

Messaggio da ginagr » 28 agosto 2007, 9:35

Grazie Lilo per la risposta
proverò senz'altro a chiedere al nostro veterinario poi eventualmente ti faro sapere
Caso contrario quante volte circa bisognerebbe frequentare il tuo centro?
ginagr

lilo
Etologa
Etologa
Messaggi: 240
Iscritto il: 14 maggio 2003, 20:40
Località: Usago di Travesio (PN)
Contatta:

Messaggio da lilo » 28 agosto 2007, 15:02

Il numero di volte è variabile e dipende sia dal cane che dalla famiglia.
Il corso di educazione per un cucciolo o cucciolone in genere si articola in
1 analisi comportamentale
8 lezioni individuali e personalizzate pratiche e teoriche che si svolgono sia nel mio centro che in giro per il paese
1 lezione collettiva in cui si lavora con altri cani che siano allo stesso livello
1 lezione di socializzazione agli ostacoli di agility
4 lezioni di ripasso
Esame finale per il rilascio della tessera "Cani e padroni buoni cittadini"
più la frequenza agli incontri gratuiti di socializzazione.

Questa è la composizione del corso- tipo.
Se il cane è già adulto e/o manifesta problemi comportamentali si effettua l'analisi comportamentale che è un incontro di un paio di ore per inquadrare il carattere del cane e le esigenze dei proprietari e poi le lezioni si fissano in base alle necessità.
Con alcuni può esserci una sola lezione basata sulla comunicazione, il gioco e l'impostazione dell'esercizio di controllo fondamentale per la modificazione comportamentale (il resta in particolare).
Per chi viene da lontano si può "compattare" il tutto in una lezione di mezza giornata e, appena potrò, attiverò i corsi con la formula week-end (pernottamento nella mia struttura+ corso).

Avatar utente
MARTI76
Mollista Senior
Mollista Senior
Messaggi: 4079
Iscritto il: 5 marzo 2004, 13:11
Località: MMM nr. 2 :-)

Messaggio da MARTI76 » 20 settembre 2007, 13:29

lilo ha scritto:Per chi viene da lontano si può "compattare" il tutto in una lezione di mezza giornata e, appena potrò, attiverò i corsi con la formula week-end (pernottamento nella mia struttura+ corso).
Uh lilo leggo solo adesso. Interessante questo punto, tienici aggiornate, si sa mai che la mia Brenda avesse bisogno di una trasferta da te :D

Rispondi

Torna a “Amici pelosi”