Il bambino che comincia a stare seduto è molto attivo, malgrado la percezione degli adulti sia di parziale staticità. I sensi lo spingono verso tutto ciò che lo circonda, allunga le mani nel tentativo di toccare, di scoprire, porta gli oggetti alla bocca per sentirli.

Sembra che per ogni oggetto il bambino si chieda “Che cosa è?”. Attraverso i sensi il bambino acquisisce informazioni precise e dettagliate circa gli oggetti che attirano la sua curiosità. Per questo il Cestino dei tesori, nato dagli studi di Elinor Goldschmied, autrice con Sonia Jackson del libro “Persone da zero a tre anni” (Edizioni Junior, Azzano san Paolo (BG) 1996), riconosciuta in Europa come una dei principali esperti dei servizi per l’infanzia, può rivelarsi un buon punto di partenza per genitori, educatori e adulti in generali per il sostegno dello sviluppo naturale dei bambini.

Il Cestino dei tesori è un’attività proposta a bambini tra i sei e i dodici mesi o comunque fin quando il bambino non gattona, in quel momento infatti gli oggetti all'interno del Cesto possono diventare pericolosi, per esempio se messi in bocca e portati in giro così.

Ma passiamo subito alle indicazioni operative per realizzarlo, riprese dal libro della Goldschmied:

1. Il cestino non deve essere inferiore a 35cm di diametro e 10-12.5cm di altezza. Deve avere il fondo piatto, senza manici e abbastanza resistente, così che il bambino possa appoggiarsi senza che si rovesci. Dovrebbe avere i fianchi dritti ed essere fatto di materiale naturale, non plastica.
2. 
Riempite il Cestino fino al bordo di oggetti che diano al bebè mille opportunità di scegliere e selezionare ciò che lo attrae maggiormente.
3. Assicuratevi che il bambino sia comodamente seduto 
(se necessario con un cuscino che lo sostenga). Se seduto lateralmente, assicuratevi che l’orlo del cestino sia abbastanza vicino affinché possa appoggiarvi un gomito.
4. L’adulto dovrebbe sedersi lì 
vicino, senza parlare o intervenire, a meno che il bambino non chieda chiaramente la sua attenzione.
5. Il Cestino dei tesori dovrebbe essere continuamente rinnovato con l’introduzione di 
oggetti nuovi.
6. Gli oggetti del Cestino devono essere tenuti bene e deve essere fatta loro una buona 
manutenzione. Devono essere lavati o passati con un panno regolarmente e gli oggetti rovinati eliminati e sostituiti.
7. Se sono presenti bambini più grandi, è bene creare uno spazio sicuro in un 
angolo per i bebè.

Nessuno degli oggetti di seguito elencati è di plastica e nessuno è comprato: sono per lo più usati ogni giorno dagli adulti in tutte le case. Lo scopo di questa raccolta è di offrire il massimo interesse attraverso:

- il tatto: consistenza, forma, peso- l’olfatto: varietà di odori- il gusto: ambito più limitato, ma possibile
- l’udito: squilli, tintinnii, scoppiettii, scricchiolii
- la vista: colore, forma, lunghezza, 
lucentezza- la sensazione del corpo in movimento

Oggetti di materiali naturali:

pigne di conifere di diverse misure, grossi ciottoli, conchiglie piccole, zucche essiccate, grosse castagne, piume grandi, pietra pomice tappi di sughero di grandi dimensioni noccioli di avocado, grosse noci, pezzi di luffa (fibra naturale usata per il bagno) una piccola spugna naturale, un limone, una mela, palla di lana, piccoli cestini, anello di osso (tipo quello degli ossibuchi) calzascarpe di osso, un sottobicchiere di paglia, spazzolino da unghie in legno, spazzolino da denti, pennello da barba, spazzolina per scarpe, pennello da imbianchino, manici di borsa di bambù, pennello per il trucco.

Oggetti di legno,Oggetti in metallo

scatolette foderate di velluto. piccolo tamburo con intelaiatura in legno, sonagli di diversi tipi, fischietto di bambù, nacchere non dipinte, mollette da bucato di diverso tipo, grosse perle colorate, cubi, cilindri, rocchetto, bobina per il cotone, grosso anello da tenda non verniciato, portatovagliolo, cucchiaio a spatola, portauovo, ciotolina, cucchiai di varie dimensioni, una frusta da cucina, mazzo di chiavi, scatole di metallo dagli orli arrotondati ,piccolo portacenere, trombetta,formine per dolci, spremiagrumi, rocchetto per macchina da scrivere, piccolo imbuto, grossi anelli da tende in ottone, piccola armonica, spremiaglio, fischietto, scovolino per biberon (curvo e senza punte che graffiano) specchietto con cornice in metallo, fermagli per la carta, portachiavi legati insieme, mazzo di campanelli, triangolo musicale, portauovo, scatoline di latta sigillate contenenti riso, fagioli, ghiaia etc. colino per il tè, coperchi di metallo, bicchierini di metallo, pezzi di catena di diverso tipo.campanello per bicicletta, tappo grande di bottiglia di profumo, infusore per il tè,catena bigiotteria,oggetti in pelle, tessuto, gomma, pelo. 
Carta, cartone,collarino per animali domestici, borsellino di pelle, piccola borsetta in pelle con cerniera, uova di marmo, pallina magica di gomma, piuma, piumino di velluto per cipria, pallina di pelliccia, pezzi di tubo di gomma, bambolina di stoffa, palla da tennis, palla da golf, portagioie in pelle, borsellino di perline, tappo di vasca con catena, piccolo orsacchiotto di stoffa o peluche, pacchettini di tessuto con lavanda, rosmarino, timo, chiodi di garofano o anice stellato, ben cuciti! piccolo block notes con spirali, carta oleata, scatolette di cartone, cilindri di cartone, della carta per cucina o della carta igienica.

Ognuno di questi oggetti è pensato per arricchire il bagaglio esperenziale dei bambini attraverso i sensi, essi infatti soddisfano il bisogno di esplorazione del bambino, dal punto di vista visivo, olfattivo, tattile, del gusto ed uditivo, gran parte del potenziale educativo del Cesto dei Tesori è infatti racchiuso in questo. Non solo, ma esso può essere arricchito, cambiato ed integrato ogni giorno per offrire al bambino un'esperienza nuova ogni giorno.

Questa è una proposta che vi consiglio davvero di provare perchè non è strutturata in maniera rigida come la maggior parte dei giocattoli in commercio, e permette al bambino di essere attivo, sviluppando i sensi e la coordinazione oculo manuale e arricchisce enormemente i suoi sensi e gli schemi motori di base.

Avvertenza finale per i genitori: la lista riportata sopra contiene una varietà di oggetti che vi permetterà di scegliere tra quelli che ritenete più sicuri. Bisogna comunque sempre ricordare che se il cestino dei tesori viene utilizzato con bambini della fascia di età per la quale è stato pensato non ci sono problemi, viste proprio le limitate capacità motorie dei bambini di questa età. Inoltre, se per gli oggetti più piccoli avete dubbi sulla possibilità di ingoiarli, il mio consiglio è quello di provare voi stessi a mandarli giù (spesso vi accorgerete che è praticamente impossibile per voi… pensate per i vostri figli!)

Vi aspetto nel Forum Sanitario per parlare di questo ed altri temi che riguardano la Psicomotricità!

 

Ritratto di Silvia Campanella

Posted by Silvia Campanella

La Newsletter di Mammeonline
mammeonlineLa community di Mammeonline

Cuciniamo: blog di ricette e racconti in cucina