Diritti dei bambini. Il diritto al gioco.

I diritti dei bambini, li conosciamo? Già ne abbiamo parlato qui ma la cronaca ci porta oggi a chiederci se, oltre a conoscerli e a diffonderli, li sappiamo anche difendere e facciamo del nostro meglio per proteggere e tutelare i diritti di bambini e bambine iniziando dalle nostre case, dai nostri condomini, nei nostri paesi e città.

E in un mondo dove i politici non godono affatto una grande reputazione, ogni tanto arriva una notizia che ci rinfranca e che ci fa sperare che non tutto sia perduto. Da Rimini arriva infatti la notizia che il primo cittadino Andrea Gnassi, ha firmato un testo da inviare a tutti gli amministratori di condominio perché tutelino il diritto dei più piccoli a utilizzare gli spazi comuni: "Liberare le aree dalle auto".

Perché certo le auto vanno protette e bisogna trovar loro un posto per parcheggiarle ma usiamo la stessa cura e attenzione per garantire protezione e un posto dove poter socializzare e giocare insieme ai coetanei, anche ai nostri figli? Bella domanda...

Com'è come non è, il sindaco ha disposto la modifica del Regolamento di polizia urbana e ha perciò ha introdotto un articolo con il quale si garantisce il diritto dei bambini ad utilizzare spazi comuni per giocare.... Da qui la necessità di sensibilizzare gli amministratori di condominio affinché “i cortili e gli altri spazi possano essere messi a disposizione dei bambini ma anche anziani – scrive il sindaco nella lettera – liberandoli nel limite del possibile dalle auto e dotandoli di giochi e spazi verdi”.

(Fonte Il Fatto Quotidinano

Non possiamo che applaudire alla decisione di questo Sindaco e chiediamo a gran voce che tutti i sindaci delle nostre città adeguino i Regolamenti di polizia urbana in modo tale che i diritti dei bambini siano tutelati nei fatti.

E ora vi riporto anche i diritti naturali dei bambini che sono bellissimi e che tutte le mamme ansiose dovrebbero tenere presente.
Meglio un vestito sporco e un bimbo felice, non credete anche voi?

I DIRITTI NATURALI DI BIMBI E BIMBE

1 IL DIRITTO ALL'OZIO 
 a vivere momenti di tempo non programmato dagli adulti

2  IL DIRITTO A SPORCARSI 
 a giocare con la sabbia, la terra, l'erba, le foglie, l'acqua, i sassi, i rametti

3 IL DIRITTO AGLI ODORI 
a percepire il gusto degli odori, riconoscere i profumi offerti dalla natura

4 IL DIRITTO AL DIALOGO 
ad ascoltatore e poter prendere la parola, interloquire e dialogare

5 IL DIRITTO ALL'USO DELLE MANI 
a piantare chiodi, segare e raspare legni, scartavetrare, incollare, plasmare la creta, legare corde, accendere un fuoco

6 IL DIRITTO AD UN BUON INIZIO 
a mangiare cibi sani fin dalla nascita, bere acqua pulita e respirare aria pura

7 IL DIRITTO ALLA STRADA 
a giocare in piazza liberamente, a camminare per le strade

8 IL DIRITTO AL SELVAGGIO 
 a costruire un rifugio-gioco nei boschetti, ad avere canneti in cui nascondersi, alberi su cui arrampicarsi

9  IL DIRITTO AL SILENZIO 
ad ascoltare il soffio del vento, il canto degli uccelli, il gorgogliare dell'acqua

10 IL DIRITTO ALLE SFUMATURE 
a vedere il sorgere del sole e il suo tramonto, ad ammirare, nella notte, la luna e le stelle 

di Gianfranco Zavalloni

 

Immagine tratta dall'opuscolo "I diritti dei bambini in parole semplici" di Unicef che potete leggere qui sotto nel file allegato

Ritratto di Redazione

Posted by Redazione

La Newsletter di Mammeonline
mammeonlineLa community di Mammeonline

Cuciniamo: blog di ricette e racconti in cucina