Candidosi vaginale: prevenire e trattare l’infezione con i rimedi naturali

La candidosi vaginale è un disturbo molto frequente che, seppur non grave, può comportare serio disagio nella quotidianità delle donne che ne sono affette.

Esso è dovuto alla Candida albicans, un fungo fisiologicamente presente in vari distretti corporei, tra cui il tratto enterico e la vagina, ma che, in condizioni di turbe del sistema immunitario o alterazione del delicato ecosistema microbico vaginale, può andare incontro ad eccessiva proliferazione provocando disturbi di varia entità. I sintomi comprendono: prurito e irritazione della vulva e della vagina, fastidio e bruciore alla minzione, dolore durante i rapporti sessuali, tipica secrezione abbondante e biancastra simile alla ricotta.

Le condizioni che possono minare l’equilibrio microbico vaginale sono molteplici: scarsa o scorretta igiene, abuso di detergenti profumati e aggressivi, promiscuità sessuale, dieta ricca in zuccheri, assunzione di antibiotici, condizioni a rischio come il diabete mellito e la gravidanza, compromissione generale del sistema immunitario.    

Ma quali sono i rimedi naturali utili nel trattamento e nella prevenzione dell’infezione da Candida?

  • Vitamine: la vitamina C e il complesso vitaminico B possono essere utili soprattutto in caso di stress e di turbe del sistema immunitario. E’ quindi utile consumare cibi ricchi di queste vitamine o, in caso di ridotto apporto dietetico, assumere preparati multivitaminici utili a riequilibrare le funzioni dell’organismo.
  • Yogurt naturale senza zucchero: ricco di fermenti lattici, è un alleato fondamentale nel trattamento della Candidosi. Consumate pure 2 o 3 vasetti di yogurt o, ancora meglio, provate con le applicazioni locali direttamente a livello vulvare. In alternativa, potete utilizzare ovuli di lattobacilli disponibili in qualsiasi farmacia o assumere fermenti lattici per via orale.
  • Aglio: conosciuto da secoli per le sue eccellenti proprietà antibatteriche ed antimicotiche, può essere aggiunto nella cottura degli alimenti oppure, sorprendentemente, direttamente in vagina! Prendetene uno spicchio e avvolgetelo in una garza; inseritelo alla sera come se fosse un normale ovulo e rimuovetelo al mattino!
  • Fitoterapia: tra le principali erbe antimicotiche: calendula, rosmarino, timo e finocchio: potete scegliere una di queste erbe per preparare un infuso da aggiungere all’acqua del bagno per alleviare prurito e irritazione (un cucchiaino di erba essiccata in una tazza di acqua bollente, lasciata in infusione per quindici minuti); una rapida azione lenitiva è data anche dalla camomilla, utilizzata in infuso per effettuare lavande genitali.  L’irritazione può essere placata anche assumendo una tisana di foglie di ribes e effettuando bidet con sale marino o bicarbonato. L’echinacea è invece indispensabile per supportare le difese immunitarie.

La natura offre quindi un valido aiuto nel trattamento sintomatico della candidosi, ma, nell’ottica di un’adeguata prevenzione, occorre innanzitutto seguire un sano stile di vita e una corretta alimentazione.

Gli alimenti più adeguati nella cura e prevenzione dell’infezione da Candida sono: cibi integrali, cereali, frutta e verdura cruda, pesce, legumi, yogurt al naturale; da evitare cibi ricchi in lievito, cibi acidi e fermentati, bevande zuccherate, alcol, dolciumi; se necessario, è possibile farsi prescrivere una dieta specifica per combattere la candidosi (soprattutto in caso di recidive).

Non occorre lavarsi più e più volte al giorno, ma qualora ciò risultasse utile per alleviare il fastidio, sarebbe opportuno farlo semplicemente con acqua, in quanto l’abuso di detergenti potrebbe alterare il delicato ecosistema lattobacillare già minacciato dalla presenza del fungo! Sarebbe bene quindi evitare detergenti aggressivi, biancheria sintetica, l’uso frequente di salvaslip e abiti stretti che impediscono un’adeguata traspirazione; precauzioni ancora più scrupolose devono essere adottate da chi frequenta piscine o al mare: è fondamentale cambiare subito il costume bagnato, in quanto ciò evita il proliferare del fungo in ambiente umido! In ultimo(potrebbe sembrare banale ma non lo è), è opportuno lavarsi e asciugarsi sempre dal davanti  all’indietro, per evitare il trasporto di germi potenzialmente patogeni dalla zona anale a quella vulvo-vaginale.

E’ possibile quindi prevenire la fastidiosa infezione da Candida con piccoli accorgimenti ogni giorno, nell’ambito di un sano stile di vita che possa giovare alla perfetta funzionalità di tutto l’organismo.

Daniela Santoro

 

Ritratto di Daniela Santoro

Posted by Daniela Santoro

La Newsletter di Mammeonline
mammeonlineLa community di Mammeonline

Cuciniamo: blog di ricette e racconti in cucina