Psicologia perinatale

il blog di Elena Romeo

Ritratto di Elena Romeo

Mi chiamo Elena Romeo e sono Dott.ssa in Psicologia Perinatale, coordinatrice ed educatrice asilo nido.
Il ruolo del genitore e quindi l'identità materna e parterna vengono spesso messi in discussione, creando etichette e attribuendo giudizi. Il mio lavoro nonchè la mia passione è quella di sostenere la famiglia e ciascun membro che la compone nella sua unicità.
E' vero non è tutto semplice, tante sono le fatiche e i momenti di crisi da superare ed è proprio qui che il mio obiettivo è quello di accogliere, sostenere e attraversare insieme a voi questi "scatti di crescita", riscoprendo le più intime e preziose risorse personali.

Puoi seguirmi anche sulla mia pagina facebook https://www.facebook.com/psicologiaperinatalelenaromeo/ e sul mio profilo Instagram https://www.instagram.com/psico_perinatale

Il focus della psicologia perinatale è quello di creare e sostenere un circolo del benessere orientato alla coppia, ai genitori, alla famiglia e al bambino, in un’ottica fisiologica sia della gravidanza che degli affetti. Di questo vi parlerò in questo blog su Mammeonline.net 

Dorme tutta notte? Dove dorme, nel lettone? Devi abituarlo sin da subito ad addormentarsi da solo e nella sua cameretta!

La tematica del ciuccio e il suo relativo utilizzo accende sempre molti dibattiti sia fra professionisti che fra genitori: c’è chi lo sconsiglia, chi lo trova efficace soprattutto nei primi mesi di vita e chi lo considera uno strumento indispensabile nella crescita del proprio bambino.

Partiamo dalla sua definizione e dai suoi possibili vantaggi e svantaggi.

A partire dai 18 mesi e soprattutto verso i 2 anni molti di voi si trovano ad affrontare la fase dei “capricci” dai più conosciuta come i "terrible two"!

Proteste, pianti, urla, persistente negatività e contrapposizione, è come se tutto si ponesse su un livello di sfida e provocazione.

In tempi di Coronavirus viviamo giorni che ci mettono a dura prova, giorni che vedono le nostre routine e abitudini quotidiane completamente trasformate o meglio rivisitate.
Con grande impegno e fatica e nel giro di poco tempo, ognuno di noi ha dovuto pensare ad una nuova organizzazione.

Babywearing letteralmente significa indossare il bambino. E’ una pratica che consente di portare i bambini avvolgendoli al proprio corpo, pelle a pelle con idonei supporti: siano essi fasce, marsupi, etc.
Quindi altro non è che una modalità di accudimento che sostiene i bisogni fisiologici dei propri bambini.

Partiamo da una domanda: i papà ci sono e, soprattutto, vogliono esserci?

La Newsletter di Mammeonline
mammeonlineLa community di Mammeonline

Sky Video

Cuciniamo: blog di ricette e racconti in cucina