C’è un tema abbastanza interessante, dal punto di vista di chi vive “fuori” dalla Svizzera, che credo di non aver – stranamente - mai affrontato in questi anni, e che costituisce sicuramente una grande curiosità per gli italiani (meglio ancora per LE italiane). Sto parlando della lavatrice.

Sono molti i luoghi comuni, più o meno noti, sulla Svizzera: il cioccolato, gli orologi (una volta a cucù), le Alpi ricoperte di neve, le banche e le industrie farmaceutiche. Certo, possono sicuramente rappresentare uno sguardo panoramico interessante su un piccolo paese incastrato nel centro de

Il Natale si avvicina a grandi passi e, come ogni anno, si affollano inevitabilmente i mille impegni ed appuntamenti di questo periodo, spesso moltiplicati per chi ha figli e una grande famiglia di parenti ed amici a cui provvedere con i regali.

C’è una tradizione del periodo natalizio a cui sono molto legata e della quale ho bei ricordi della mia infanzia: la ricorrenza di S. Nicola, festeggiata il 6 dicembre.

E’ un fatto noto che, nella Svizzera tedesca, i bambini siano incoraggiati a compiere da soli il percorso casa-scuola sin dalla più tenera età. Il Kindergarten (corrispondente alla scuola per l’infanzia) inizia a 4 o 5 anni, a seconda del mese di nascita del bambino, dunque in generale un po’ dopo rispetto all’età italiana.

A Zurigo le scuole hanno riaperto i battenti all’inizio di questa settimana, come d’abitudine dopo le canoniche cinque settimane di vacanza.
E’ però interessante ricordare una caratteristica tipica delle scuole qui in Svizzera, dal punto di vista fisico e strutturale.

La Newsletter di Mammeonline
mammeonlineLa community di Mammeonline

Cuciniamo: blog di ricette e racconti in cucina