La scoperta del cavolo rapa

Amo molto scoprire cose nuove, soprattutto in tema di alimentazione e cultura del cibo, e questo è anche uno dei motivi che mi fa amare molto viaggiare, visitare posti nuovi e che mi ha portato a scegliere di vivere all’estero. Ovviamente, si dirà, l’Italia offre dal punto di vista gastronomico il meglio che si possa desiderare, ed è vero, ma ci sono comunque interessanti scoperte che si possono fare ovunque, anche in luoghi meno “favoriti” da questo punto di vista.

Da quando vivo a Zurigo ho scoperto, ad esempio, un ortaggio che in Italia è quasi del tutto sconosciuto, il CAVOLO RAPA che io non avevo mai visto né nei supermercati, né nei negozi, né nei mercati. In effetti ho scoperto che viene coltivato in pratica solo per l’esportazione, visto che da noi non è molto utilizzato in cucina. Un paio d’anni fa il Kindergarden che frequenta mio figlio aveva piantato i semi nel cortile, raccolto i frutti una volta pronti e fatto cucinare i prodotti dalla mensa della scuola: grande successo! Da allora mio figlio ha una simpatia particolare per questo vegetale (che secondo me è anche curioso a vedersi) e spesso mi chiede di comprarlo quando andiamo a fare la spesa.

Non sono una grandissima esperta di questo tipo di ricette, ma so che può essere cucinato in diversi modi, tra cui gratinato al forno o come ingrediente base per zuppe e minestre. Io lo utilizzo spesso in quest’ultimo modo, visto che noi amiamo molto, soprattutto nella stagione fredda (che qui è obiettivamente lunghetta …) iniziare la cena con un bel piatto di crema di verdure. Questa è una mia ricetta, rielaborata a nostro gusto, partendo da alcuni suggerimenti dati a suo tempo da una mamma tedesca. Una volta fatti un paio di tentativi è anche possibile modificare ingredienti e proporzioni a piacere, variando la combinazione di ortaggi utilizzata, in base alle proprie preferenze e a ciò che si ha a disposizione in frigo.

Ingredienti:

1 cavolo rapa di grandezza media

1 cipolla grande

1 due patate grosse

1 zucchina

2 carote

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

Sale o due dadi vegetali senza glutammato

Un cucchiaino di curcuma

Un cucchiaino di paprika forte

Procedimento:

Far bollire per circa 45 minuti le verdure in due litri d’acqua salata (o col dado vegetale); quando sono ben cotte frullare tutto con il frullatore ad immersione, quindi aggiungere l’olio e le spezie e continuare la cottura per un'altra decina di minuti.

La crema di verdura può essere servita da sola, con l’aggiunta di formaggio fresco (tipo Philadelphia) e Parmigiano, oppure insieme a pasta, orzo o riso per un piatto più completo.

 

(Immagine tratta dal sito donnamoderna.com)

Ritratto di Carlotta G

Posted by Carlotta G

Da sempre curiosa di altre culture e abitudini, mamma espatriata con famiglia a Zurigo dal (quasi) lontano 2013. Blogger a tempo perso, studentessa suo malgrado di lingua teutonica e insegnante di Yoga, dove finalmente è solo se stessa e prova ogni tanto a indicare anche agli altri la possibilità di essere solo se stessi.
Da secoli si ripromette di scrivere un libro, forse, prima o poi. Non sullo yoga, ma sulla capacità di "vivere altrove". Intanto scrivo della mia vita a nord delle Alpi anche sul mio blog personale La vita a modo mio 

weleda

greenMe

La Newsletter di Mammeonline
mammeonlineLa community di Mammeonline

Cuciniamo: blog di ricette e racconti in cucina