Gli oli essenziali mentolati: un pericolo per la salute dei bimbi e in gravidanza

Gli oli essenziali sono una moda che prende sempre più piede e non a caso: sono rimedi naturali espremamente potenti, e proprio a causa della loro concentrazione ed efficacia, ci possono essere effetti collaterali altrettanto potenti da un loro utilizzo smodato od errato.

Gli Oli Essenziali  (OE) sono composti volatili altamente concentrati estratti da piante intere o da loro parti come – resine, fiori, bucce di agrumi, semi, foglie e così via. Un distillatore può utilizzare centinaia di chili di materiale vegetale e di ottenere solo pochi ml di olio essenziale.

Questi oli sono sostanze di pregio: distillando 100 Kg di pianta fresca, si ottengono infatti 3-8 grammi di olio essenziale di rosa, 15-20 grammi di olio essenziale di melissa, 100-300 grammi di olio di timo o geranio, 1-1,2 chili di olio di lavanda, alloro e ginepro e 2-3 chili di olio di eucalipto o cipresso.
E ancora per una goccia di olio essenziale di rosa occorrono 30 rose in fiore; per 1 litro di olio essenziale di sandalo ci vogliono 1600 Kg della parte centrale del legno.

Si tratta di sostanze molto potenti, perché presentano un’altissima concentrazione: 1 grammo di olio essenziale puro (circa una ventina di gocce), corrisponde al contenuto di 100 o più grammi della pianta originaria, della quale amplifica le potenzialità farmacologiche, ma anche i rischi dovuti a un utilizzo improprio. Gli oli essenziali sono ricchi di componenti chimici (fino a 200 per olio), che ne determinano le proprietà (per esempio i monoterpeni favoriscono le proprietà mucolitiche; fenoli e aldeidi quelle antimicrobiche; i chetoni si trovano soprattutto in oli dalle proprietà stimolanti delle funzioni epatiche, ecc.).

UTILIZZO DEGLI OLI ESSENZIALI PER VIA INTERNA

Una goccia di OE ha spesso le qualità di molte tazze di tisana dalla stessa pianta. Per esempio, una goccia di olio essenziale di menta piperita è equivalente a 26-28 tazze di tè piperita.

Questo è uno dei motivi per cui io sconsiglio vivamente l'assunzione di oli esseniale per via interna, e ritengo che sia assolutamente da vietare a bambini e donne incinte.
Berreste mai 30 tazze di tisana di menta in pochi minuti? Come riporta questo articolo scientifico c'è chi è arrivato alla morte per aver ingerito troppa di questa sostanza.

Quando si leggete delle loro proprieà antibatteriche, antimicrobiche, antivirali e antimicotiche prima di utilizzarli dovreste ricordare che il vostro stesso intestino è popolato da batteri, e che la morte di solo alcuni di loro può causare seri problemi di salute, che partono dall'intestino e si propagano ad altre parti del nostro corpo.

Insomma, le stesse precauzioni che prendiamo nell'assumere gli antibiotici dovrebbero essere prese nel caso degli oli essenziali, perchè "naturale" non è sinonimo di "innocuo per la salute". Tanti veleni sono naturalissimi.

La mia insegnate di erboristeria chiamava gli OE "gli ormoni delle piante".
Da un punto di vista scientifico, hanno veramente la capacità di entrare in circolo nel nostro sangue e di influire sui nostri ormoni, oltre che passare nel latte materno durante l'allattamento. Ci sono prove che gli oli essenziali possono attraversare la placenta e raggiungere il feto, ma non solo se li utilizziamo per via interna: anche respirandoli e spalmandoli sulla cute.

Gli effetti non sono prevedibili e molto spesso dipendono da persona a persona. Personalmente, da quando ho problemi di tiroide, sono diventata ipersensibile a molti profumi, mi causano nausea ed emicranie, probabilmente andando ad influire su una ghiandola che ha già i suoi problemi a funzionare.

 

RESPIRARE GLI OLI ESSENZIALI MENTOLATI E' PERICOLOSO PER LA SALUTE DEI BAMBINI

Arriva il freddo, e con lui le malattie da raffreddamento: molte mamme sono proNte a cospargere fazzoletti del famoso Olio 31, a diffondere nell'aria olio essenziale di menta ed eucalipto: QUESTE SOSTANZE NON ANDREBBERO MAI UTILIZZATE SUI BAMBINI SOTTO I 6 ANNI DI ETA'. Né spalmate sulla pelle, né inalate, tantomento ingerite.

OE di Eucalipto e di rosmarino sono sulla lista degli oli essenziali da evitare per i bambini sotto 10 anni. 
Questi oli essenziali contengono una concentrazione alta [oltre il 40%] di 1,8-cineolo che può causare problemi al sistema nervoso centrale e assolutamente non andrebbero applicati vicino ai volti o inalati dai bambini sotto i dieci anni.
In alcuni casi si sono verificate convulsioni e attacchi epilettici.  

L’OE di menta non è raccomandato per i bambini sotto i 6 anni. Il mentolo può stimolare i recettori del freddo nei polmoni, innescando dei riflessi automatici di difesa che fanno rallentare la respirazione, e in alcuni casi in modo pericoloso. 
Per farli respirare meglio, e volete servirvi degli oli essenziali, utilizzate piuttosto gli OE di pino ed abete, mai applicati sulla pelle o sul cuscino, ma in un diffusore ben lontano dal viso e solo per qualche decina di minuti al giorno, quando serve. Mai se sono neonati, e preferibilmente sempre sopra i 6 anni di età.

Oltre a questi, evitate di utilizzare sui bambini l'OE di Salvia, Finocchio, Issopo, Tanaceto, Tuia, trementina (resina di conifere), e assenzio. Per tutte sono riportati casi di bambini che hanno sviluppato convulsioni ed epilessia se esposti alla loro inalazione.

Non utilizzate, come alcune persone che ho conosciuto, alcune gocce di olio essenzale ogni giorno per "purificare" l'aria o profumare l'ambiente: non sapete l'effetto che avranno su di voi, e soprattutto sui vostri figli.

 

SE SIETE IN GRAVIDANZA, ECCO UN ELENCO DEGLI OLI ESSENZIALI NON SICURI

Anice, Angelica, basilico, pepe nero, canfora, cannella, camomilla, Salvia sclarea, chiodi di garofano, finocchio, abete, zenzero, rafano, gelsomino, ginepro, maggiorana , senape, artemisia, mirra, noce moscata, origano, menta piperita, rosmarino, salvia, timo, Wintergreen (Gaultheria procumbens).

L'OE di Menta piperita può diminuire la produzione di latte durante l'allattamento, e come tale, evitatelo sia per via interna, che esterna.

Forse con questo articolo avrò spaventato qualcuno, ma spero che il messaggio sia quello di avere un'estrema cautela nell'utilizzare rimedi naturali come gli oli essenziali, oltre che tutte le erbe in generale.
Riservate il trattamento occasionale con queste sostanze ai momenti di reale necessità, proprio come fareste per un medicinale, sia per i vostri figli, che per voi stesse.

Per altre informazioni su questi temi potete incontrarmi nei corsi che tengo in giro per l'italia.

Isy

Ritratto di Isy

Posted by Isy

Mi chiamo Isabella Massamba, ma ormai nel web mi conoscono tutti come Isy. Ho sempre lavorato come ricercatrice universitaria in campo botanico, dopo la laurea in Scienze Naturali. Oltre alle piante, le mie passioni sono  il cibo, i segreti dell'alimentazione  e le terapie naturali (ho frequentato la scuola di naturopatia per due anni, oltre ad infiniti corsi privati).

weleda

greenMe

La Newsletter di Mammeonline
mammeonlineLa community di Mammeonline

Cuciniamo: blog di ricette e racconti in cucina