Messaggio di errore

Notice: Use of undefined constant slot - assumed 'slot' in eval() (linea 6 di /var/www/mol/modules/php/php.module(80) : eval()'d code).

L'importanza di condividere - Diario di una adozione II parte

Questo mio secondo articolo sarà un po' più breve del previsto. Scriverò poco non perché abbia poco da raccontare (chi mi conosce sa che la sintesi non è tra le mie principali doti), quanto piuttosto perché sono stanco morto.

In realtà, questo ultimo mese è stato farcito da avvenimenti piuttosto faticosi ed ora ho bisogno di recuperare un po' di energia.
Incontri, viaggi, impegni mi hanno dato filo da torcere spremendomi un pochino... troppo.
Nulla di grave, s'intende... sarà la primavera.


E allora, visto che non metterò troppo righe tra qui ed il finale, meglio che mi decida a parlare del tema che voglio affrontare.
Mi riprometto di riprenderlo tra qualche tempo e di approfondirlo compiutamente, per ora lo accenno sperando che sia comunque utile spunto di riflessione e di dibattito.

In questo ultimo periodo ho incontrato moltissimi aspiranti genitori adottivi e, se mai ce ne fosse stato ancora bisogno, ho compreso quanto sia importante condividere le proprie esperienze, parlarsi, sfogare le proprie frustrazioni e comunicare le gioie.

In un tour de force strepitoso, nel giro di 5 giorni ho presentato due volte
il mio IL PADRE SOSPESO e poi ho partecipato ad un incontro organizzato da una nota associazione di genitori adottivi per ascoltare le storie degli altri e
provare ad approfondire alcuni aspetti che mi stanno a cuore.

Che fossi io a parlare o che stessi ad ascoltare (esercizio quest'ultimo sempre molto utile) la sensazione che mi ha invaso è stata l'assoluta consapevolezza di quanto sia importante condividere, partecipare, non rimanere soli ed aprirsi in qualche modo a questo mondo straordinario e faticoso che è l'universo adottivo.

Ho percepito in molte delle persone che ho incontrato il bisogno di sentirsi
confermare sentimenti vissuti privatamente (spesso sofferenti) e rendersi conto che sono comuni, quotidiani ed a volte persino banalmente risolvibili o perché no, dannatamente complicati ed inspiegabili.

Sentirsi dire che è giusto "accettare" certe situazioni, che altri ci sono passati superandole, ma anche avere la conferma di quanto sia legittimo provare rabbia e dolore dinnanzi ad avvenimenti incomprensibili ed ingiusti è sercizio
vitale e rivitalizzante. Dona forza, vigore, nuovo slancio.

Spesso la coppia si sente sola ed abbandonata in mezzo a qualcosa che non comprende appieno o che non è comprensibile.
Parlare, sfogarsi, sorridere, versare qualche lacrima, corroborarsi nelle storie lieto fine altrui o condividerne le pene, provare a dare un nome a sentimenti che macerano dentro, godere di una semplice pacca sulla spalla o di una parola, discutere, arrabbiarsi, guardarsi negli occhi e non dirsi nulla, scambiarsi informazioni e consigli.

Mi rendo conto che spesso sia esercizio difficoltoso e sofferto, ma sono persuaso che sia importante e costruttivo. Sono anche convinto che ci siano periodi utili a questo ed altri nei quali la coppia senta il bisogno profondo di isolarsi. Per tutto c'è un tempo, un modo e una misura.

Ma credo fortemente che a tutto questo non sia possibile rinunciare, che sia un privilegio al quale attingere con umiltà ed al contempo grande determinazione.

Ecco allora, mentre troppi sbadigli mi riempiono la bocca e capisco che devo chiudere e andare a nanna, che in queste poche righe voglio veicolare nuovamente questo semplice messaggio: “CONDIVIDIAMO”.

Apriamoci a quello straordinario mondo fatto di persone, associazioni, movimenti, professionisti che ci possono aiutare e sostenere di fronte ad un viaggio che sembra (e spesso lo è) complicato e faticoso.
Un abbraccio grosso così a tutti i genitori adottivi che aspettano.
Io sono qui.

Autore Fabio Selini.
Fabio Selini ha pubblicato "
Il padre sospeso - La storia di un'adozione raccontata da un papà" - Casa Editrice Mammeonline

Ritratto di Redazione

Posted by Redazione

La Newsletter di Mammeonline
mammeonlineLa community di Mammeonline

Cuciniamo: blog di ricette e racconti in cucina