Gravidanza: i consigli per gestire le emorroidi dopo il parto

Breve guida per le neomamme: come gestire al meglio le emorroidi dopo il parto? Quali sono i migliori rimedi naturali e dove trovarli?

Nonostante il parto sia un’esperienza meravigliosa, è innegabile che possano verificarsi una serie di problematiche fastidiose a seguito di esso. Molto frequenti, per esempio, sono le emorroidi: esse compaiono, naturalmente, a seguito del grande sforzo sostenuto per mettere alla luce il bimbo. Tuttavia, in qualche caso, questo fastidio si presenta persino prima della nascita poiché l’utero esercita una forte pressione sulle vene. In questo caso il problema tende ad aggravarsi subito dopo il parto.

Ad ogni modo è bene distinguere due tipi differenti di emorroidi:

  • le emorroidi interne

Esse sono situate in limine: tra la cute e la superficie mucosa dell’intestino.

 

  • le emorroidi esterne

Le emorroidi esterne, invece, sono molto più dolorose in quanto rigonfie e ubicate all’interno delle natiche, nei pressi dell’ano.

 

Come rimediare alle emorroidi?

Per combattere le emorroidi, esistono molteplici rimedi ma i più efficaci sono paradossalmente quelli naturali. Il primo tra tutti è il classico rimedio della nonna che consiste nell’inserire in un panno pulito del ghiaccio e posizionarlo per qualche ora nelle zone interessate. Se, tuttavia, preferite non utilizzare un panno, potete optare per la classica borsa del ghiaccio che è efficace allo stesso modo. Qualche giorno dopo l’applicazione del ghiaccio, vi consigliamo di sciogliere dell’amido in acqua fredda e lavarvi così in modo da lenire l’infiammazione e alleviare il dolore.

Oltre a questo semplice e casalingo rimedio, potete valutare la possibilità di acquistare delle specifiche pomate antinfiammatorie: in commercio ve ne sono moltissime ma noi consigliamo non solo di rivolgersi a un medico prima dell’acquisto, ma anche di comprare prodotti naturali poiché subito dopo il parto, in fase di allattamento, non è sicuro ingerire o applicare sostanze potenzialmente nocive per il bambino.

Quanto incide l’alimentazione per una pronta guarigione?

Da non sottovalutare, infine, il potere di un corretto stile di vita: alimentarsi in modo sano è fondamentale per accelerare il processo di guarigione. Oltre a bere necessariamente almeno due litri di acqua naturale al giorno, ricordatevi di assumere moltissime fibre. A seguire, prediligete alimenti liquidi e di facile digeribilità, come passati, zuppe e verdure bollite. Da non dimenticare, la frutta che aiuta a combattere la stitichezza, grandissima nemica delle emorroidi.

Seguendo questi piccoli tips, saremo sicuri che entro sette giorni il problema scomparirà! Nel caso in cui, al contrario, esso si cronicizzi, vi suggeriamo di fissare un appuntamento dal ginecologo per capire come agire e apportare al vostro organismo, già stressato dopo la gravidanza e dopo il parto, sollievo in tempi brevi.

Emorroidi post parto come alleviare il fastidio

Ritratto di Redazione

Posted by Redazione

greenMe

La Newsletter di Mammeonline
mammeonlineLa community di Mammeonline

Cuciniamo: blog di ricette e racconti in cucina