La sindrome premestruale: sintomi e rimedi

In molti casi, anche i giorni che precedono il ciclo, possono risultare un po’ difficili da gestire in quanto possono subentrare diversi disturbi, sia emotivi (irritabilità, malinconia, facilità al pianto), che fisici (gonfiore addominale, ritenzione idrica, tensione al seno, cefalea, astenia, difficoltà a dormire) più o meno intensi. Nella fase pre-ciclo si assiste ad una diminuzione dei livelli di serotonina che sembrerebbe essere una delle cause ( tra l’altro non ancora chiare ) della PMS (Pre Menstrual Syndrome).

La sindrome premestruale: sintomi e rimedi

Ciò che comunque va maggiormente preso in considerazione, oltre ai fattori che contribuiscono a causare la sindrome premestruale,  è come la donna “vive” questi giorni, sia emotivamente che fisicamente; in effetti  focalizzarci su come la persona (che abbiamo di fronte) descrive i propri sintomi,  quali ricorda come i più frequenti e quali ritiene essere i più invalidanti, ci fornirà un grande aiuto per prescrivere il rimedio omeopatico più indicato; tra i più utilizzati per questa problematica troviamo:

LACHESIS:  per donna che aspetta  il flusso mestruale come una liberazione, nel senso che sta male di più i giorni che lo precedono rispetto a quando arriva. La circolazione è rallentata, con caviglie gonfie e ritenzione idrica. Dolore alle ovaie, soprattutto sinistra.  Emotivamente, la persona cambia umore frequentemente, non tollera il contatto fisico e nemmeno indossare abiti troppo stretti, soprattutto all’addome. Il quadro clinico migliora decisamente con l’arrivo del ciclo.

SEPIA:  in donne con dolori simili a coliche sia prima della mestruazione che durante, sensazione di peso al basso ventre. Nei giorni che precedono il mestruo può essere presente leucorrea con bruciore.  Mentalmente sono irritabili e depresse, con tendenza all’isolamento.

LACCANINUM: si utilizza quando i segni di maggior rilievo, sono dolore e ipertrofia del seno che, all’arrivo della mestruazione, scompaiono.  Può essere presente anche l’ovarite, con forte dolore a carico dell’ovaia destra, che passa poi a sinistra e che migliora notevolmente con l’arrivo della mestruazione. Umore facilmente irritabile.

PULSATILLA: soprattutto per giovani donne che tendono alla ritenzione idrica e al gonfiore addominale. Emotivamente facili al pianto e allo scoraggiamento, con ricerca di consolazione e coccole. Un segno caratteristico è il forte desiderio di dolci.

NATRUM MURIATICUM:  in donne introverse e malinconiche che preferiscono starsene per conto proprio. Frequentemente è presente cefalea che può comparire i giorni precedenti, ma anche durante il ciclo. Desiderio di cibi salati.

MAGNESIA PHOSPHORICA:  dolori crampi formi che possono cominciare qualche giorno prima del ciclo e proseguire anche durante la mestruazione, che migliorano con il calore o massaggio dell’addome. 

APIS MELLIFICA: di notevole aiuto quando uno dei sintomi maggiori è la presenza di edemi declivi per la ritenzione idrica. Ovarite con dolore piccante soprattutto a carico dell’ovaia destra.

Un valido sostegno viene anche dalla fitoterapia, in particolare ricordo: l’Agnocasto, che riequilibra l’assetto ormonale e l’Angelica Cinese, che dona rilassamento alle fibre uterine ed ha funzione epato protettrice, riducendo il glicogeno nel fegato.

 

Ritratto di Milena Marinaccio

Posted by Milena Marinaccio

Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Bologna, nel 2001.
Diploma presso la Scuola Quadriennale A.R.T.I. (Accademia Ricerca Terapie Integrate) a Bologna.
Laboratori pratici di Medicina Tradizionale Cinese e Catene Causali.
Sito web Dott.ssa Milena Marinaccio http://omeopatiafano.blogspot.it/ - Email: milenamarinaccio@libero.it

weleda

greenMe

La Newsletter di Mammeonline
mammeonlineLa community di Mammeonline

Cuciniamo: blog di ricette e racconti in cucina