Eterne toppe: come riciclare, riusare e risparmiare con il cucito

Se avete bambini in età scolare sapete anche voi che cosa sono quegli eterni buchi sul ginocchio di tute, leggins, pantaloni d'ogni tipo. Che peccato buttarli, no?
Ma se le toppe dobbiamo comperarle e farcele cucire da una sarta... be', probabilmente il gioco non vale la candela. In termini di costi, conviene fare un salto al più vicino centro commerciale e acquistare una tuta nuova!

Se, però, le toppe fossero a costo zero e imparassimo a cucircele da sole, forse il discorso cambierebbe.

La prossima volta che vi si buca irrimediabilmente un calzino o una calzamaglia, meglio se colorati, teneteli da parte: la maglina è perfetta per le toppe. La tecnica che io uso per fare le toppe è quella del patchwork. La illustro in modo esaustivo nel mio libro Io lo faccio da me (ed. Terra Nuova, 2014) in cui do consigli e spunti per recuperare tanti oggetti di uso comune (indumenti, ombrelli, tessuti, tovaglie, asciugamani) e riutilizzarli per produrre cose utili o dilettevoli, come grembiuli, borse, zaini, marionette, bambole.

Tornando alle nostre toppe, basterà preparare delle sagome di cartone riutilizzando gli incarti di riso, cereali, scatole di medicinali, ecc. In genere le toppe sono ovali, ma voi potete ritagliarvele anche tonde, se preferite. Una volta ritagliata la vostra sagoma nel cartoncino, appoggiatela sul calzino e segnate con una penna il contorno. Ora ritagliate tenendovi circa mezzo centimetro esternamente al segno. Se vi servono due toppe uguali, potete benissimo tagliarle in una sola volta, dato che i calzini hanno due strati di maglina sovrapposti.

Come preparare una toppa, foto 1

A questo punto, appoggiate la sagoma di cartoncino sul rovescio della vostra toppa e fissatela con un punto o due di imbastitura, quindi ripiegate il bordo eccedente verso l'interno e cucitelo tutt'intorno con filo da imbastire al cartoncino. Girate la toppa sul dritto e posizionatela sopra il buco che intendete riparare. Le prime volte, vi conviene fissare la toppa (sagoma e tutto) sul pantalone con qualche punto di imbastitura in modo che non si muova mentre la cucite.

Come preparare una toppa, foto 2

Ora infilate nell'ago un filo da cucito dello stesso colore della toppa o del pantalone (in realtà, se cucite bene non si vedrebbe nemmeno se fosse bianco). Infilate l'ago sotto la toppa in modo che non si veda il nodino che avrete fatto in fondo al filo e incominciate a cucire la toppa al tessuto facendo un piccolo punto nel tessuto e uno nella toppa. Fate attenzione a non infilare l'ago nel cartoncino della sagoma altrimenti, a lavoro finito, sarà difficile sfilarla.

Come preparare una toppa, foto 3

Continuate a cucire fino a 2/3 del perimetro e ricordatevi di sfilare la sagoma di cartone prima di aver sigillato tutto il bordo, altrimenti dovrete scucirne un po' e ricucirla di nuovo. Per terminare, una volta sfilata la sagoma, ripiegate verso l'interno l'orlo della porzione rimanente di toppa e finite di cucirla cercando di mantenere la forma originale.

Le toppe cucite sui pantaloni

 

 

Articolo di Giovanna Olivieri, autrice del libro "Io lo faccio da me"

Copertina del libro "Io lo faccio da me" di Giovanna Olivieri

 

 

Ritratto di Redazione

Posted by Redazione

weleda

La Newsletter di Mammeonline
mammeonlineLa community di Mammeonline

Cuciniamo: blog di ricette e racconti in cucina