Mammeonline
NanoPress

L'ovaio policistico: un aumento prezioso della riserva ovarica

L'ovaio policistico: un aumento prezioso della riserva ovarica

Si descrive  la Sindrome dell’Ovaio Policistico (PCOS) come una causa abbastanza frequente di infertilità. Questo è vero perché, spesso, questa condizione comporta mancanza di ovulazione saltuaria o permanente.

Tuttavia c’è anche un’altra  realtà: le donne che presentano questa problematica hanno una riserva ovarica aumentata, cioè il numero di follicoli presenti in queste ovaie è superiore alla norma, in genere  ben maggiore di quelle che ovulano normalmente.

Forse sin dalla nascita o ancor prima e in ogni caso a partire dall’epoca dell’adolescenza, c’è una dotazione follicolare aumentata (potete approndire qui).

In effetti quando si esegue ad esempio un ciclo di fecondazione assistita in queste pazienti, siamo assai confortati per la risposta ovarica anche in età più avanzata.
La raccolta di ovociti infatti è molto più abbondante ed anche i risultati in termini di gravidanze migliori rispetto a donne della stessa età ma con ovaie normali.

Naturalmente è opportuno condurre un monitoraggio della stimolazione molto più attento perché il rischio di iperstimolazione nei soggetti portatori di policistosi ovarica è più elevato. Oggi però ci sono tipologie di stimolazione personalizzate proprio per  queste  pazienti  per cui i rischi possono essere assai più ridotti.

Ovaio policistico

Come si vede dall'immagine le sfere scure all'interno dell'ovaio sono i piccoli follicoli che poi cresceranno con la stimolazione. Questi piccoli follicoli (detti antrali) vengono contati (conta dei follicoli antrali) per valutare la capacità della donna a produrre follicoli  grandi e rappresenta un valore importante per stimare la cosiddetta Riserva Ovarica di una paziente. 

Normalmente nell'ovaio non policistico queste sferette nere sono molto meno numerose ed ancor meno nelle ovaie  che rispondono poco alla stimolazione (cioè quelle che hanno una scarsa riserva ovarica).

Articolo del Prof. Claudio Manna, responsabile della sezione Riproduzione della rivista online www.vitachenasce.org
 

 
 

Provato per te

LE RECENSIONI DI MAMMEONLINE

Casa Editrice Mammeonline